Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gad Lerner, il delirio sul senegalese che voleva bruciare vivi i bambini: colpa dell'odio sui migranti

Gino Coala
  • a
  • a
  • a

A spingere Ousseynou Sy a dar fuoco all'autobus che guidava sulla provinciale Paullese secondo Gad Lerner non è stata solo la mente malata di un uomo che voleva "vendicare i migranti morti nel mar Mediterraneo", uccisi per la stessa ammissione dell'autista da "Salvini e Di Maio". Secondo il giornalista, la "follia criminale del cittadino italiano" è semplicemente "l'esito di una contrapposizione isterica che manifesta ostilità agli immigrati additandoli come privilegiati, negando le loro sofferenze e la loro umanità". Leggi anche: Feltri, la rabbia contro il senegalese di San Donato che incendiato il bus: "O nuoti o anneghi" In sistesi, secondo Lerner se il senegalese, cittadino italiano grazie al matrimonio con una donna italiana, ha dato di matto e ha quasi bruciato vivi 51 bambini che avevano l'unica colpa di trovarsi sul suo autobus è frutto della campagna contro l'immigrazione selvaggia che, guarda caso, riconduce a partiti come la Lega e Fratelli d'Italia, quindi a Matteo Salvini e Giorgia Meloni. I colpevoli quindi sono i leader politici che a Lerner non stanno simpatici, perché denunciano da sempre le tratte criminali di esseri umani nel mar Mediterraneo.

Dai blog