Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Carabiniere ucciso a Roma, la svolta? "Ascoltati in caserma due americani"

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

Il caso di Mario Rega Cerciello, carabiniere 35enne ucciso a Roma durante il servizio, potrebbe essere giunto a una svolta: i sospetti degli inquirenti ora si concentrerebbero - riferisce l'Adnkronos - su due cittadini americani ascoltati in queste ore dai carabinieri del nucleo investigativo di via In Selci. Al momento non viene smentita né confermata la notizia secondo la quale i due sarebbero stati sorpresi in una stanza d'albergo della capitale. Leggi anche: Carabiniere ucciso a Roma, Salvini: "Quando vi prendono, dovete finire ai lavori forzati" La Procura intanto indaga per omicidio. Il vicebrigadiere stava aiutando una donna alla quale i due assassini avevano rubato il borsellino, quando uno di loro ha estratto un coltello con il quale lo ha pugnalato otto volte.Trasportato d'urgenza al Santo Spirito, è morto intorno alle 4 dopo un tentativo di rianimazione. Dopo la pista che indicava come responsabili due nordafricani, ecco ora spuntare quella degli americani. Di certo, in totale, ad ora sono stata ascoltate dagli inquirenti quattro persone. Ovviamente il riserbo sull'indagine è massimo.

Dai blog