Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Alan Kurdi, il deputato della Lega Sasso protesta sul molo di Taranto: "Viminale ministero dell'Invasione"

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

C'è chi dice no alla linea morbida del Viminale e del governo di Pd e M5s sull'immigrazione. Il deputato della Lega Rossano Sasso si è presentato, solitario, al porto di Taranto dove in mattinata è sbarcata la Alan Kurdi, nave della ong tedesca Sea Eye, con 88 migranti a bordo. "Attendo l'ennesima ong che tanto piace alle sinistre - annuncia su Facebook il salviniano, prima dell'arrivo dell'imbarcazione -. Ora e sempre no all'immigrazione senza regole".  Leggi anche: Lamorgese, prima mossa al Viminale? Chiama la ong, e Salvini risponde così "Sarò al porto di Taranto per ribadire il no della Lega all'immigrazione senza regole", aveva dichiarato Sasso alla vigilia dell'annunciato sbarco. "Apprendo dal Viminale, sempre più ministero dell'invasione, che domani mattina sbarcheranno nella mia Puglia altri 88 immigrati. Sarò al porto di Taranto per testimoniare ancora una volta il no della Lega a questa immigrazione senza regole, il no della Lega alla ripresa dell'invasione, il no della Lega alla rinnovata mangiatoia dell'accoglienza". "Con Matteo Salvini - aggiunge - avevamo fermato sbarchi fuorilegge e fatto chiudere centri di accoglienza dai quali spesso partivano delinquenti, spacciatori, stupratori; con il governo Pd-Renzi-M5S hanno riaperto i porti agli irregolari". 

Dai blog