Cerca

La tragedia

Luca e Rosita, i fidanzati morti nel rogo di Milano: tutta colpa del monopattino elettrico

23 Novembre 2019

0
Luca e Rosita, i fidanzati morti tra le fiamme causate da un monopattino elettrico messo in carica

 Luca e Rosita, morti tra le fiamme nella notte tra giovedì 22 novembre e venerdì 23 nel loro appartamento a Milano sui Navigli, potrebbero essere stati vittima di un cortocircuito della vecchia batteria di un monopattino elettrico che era lì da anni, da chissà quanto tempo. È questa per i vigili del fuoco la causa più probabile delle fiamme e della morte della coppia.

Per approfondire leggi anche: Milano, incendio sul Naviglio

Anche i carabinieri non hanno dubbi: l'incendio, nato da una scintilla partita dalla vecchia batteria, è stato accidentale. Rosita Capurso, laureata in psicologia, sempre impegnata nel volontariato, è morta nella casa dov'è cresciuta. Dove il papà Roberto, scomparso due anni fa per una brutta malattia, abitava con la nuova compagna. La sorella gemella, Martina, dall'Australia ha preso il primo volo per tornare a casa. Luca Manzin, invece, laureato in legge e con una grande passione per la musica, si era trasferito lì da qualche tempo.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Vela Verde di Scampia, iniziato l'abbattimento: Napoli dice addio al simbolo di Gomorra

Matteo Renzi assente in aula, non vota la fiducia al governo sul decreto intercettazioni
Michele Miglionico e le "madonne lucane": alta moda, un omaggio alle tradizioni della sua terra
Coronavirus, i medici dello Spallanzani: "Continuano a migliorare i due cinesi, italiani in ottime condizioni"

media