Cerca

Passo indietro

Papa Francesco, si dimette il segretario Pedacchio? Vaticano, l'ultimo terremoto

25 Novembre 2019

0
Papa Francesco

Starebbe per lasciare l' incarico a breve mons. Fabian Pedacchio Leaniz, segretario di papa Francesco. A quanto apprende l' Adnkronos, vi sarebbe stata un' accelerazione nella sua sostituzione per motivi al momento ancora non chiari. Pedacchio, in pianta stabile a Santa Marta dove lavora a tempo pieno per il pontefice, potrebbe lasciare la segreteria particolare del Papa dai primi dicembre, ma lo stesso sacerdote di origini argentine, inviato a Roma nel 2007 da Buenos Aires dall' allora cardinale Jorge Mario Bergoglio, potrebbe rimanere comunque incardinato in un ufficio marginale della Segreteria di Stato.

Il monsignore argentino 55enne, collaboratore riservatissimo del Pontefice, con il quale c' è un rapporto di fiducia da tempo, è esperto in diritto canonico ed è stato segretario dell' associazione dei canonisti argentini. Come ha lui stesso raccontato, ama l' opera, i romanzi di Garcia Marquez e i film di Pedro Almodovar. Uomo assolutamente riservato, mons. Pedacchio qualche tempo fa era finito al centro di un dossier pubblicato da un diacono argentino sposato, Jorge Sonnante, nel quale si sosteneva che il prelato fosse registrato su siti di incontri, notizia sempre smentita. Nel 2007 l' allora cardinale Bergoglio, aderendo a una richiesta del Prefetto della Congregazione dei vescovi, lo fece trasferire a Roma.


Mons. Fabian studiava per laurearsi in Economia, quando maturò la sua vocazione al sacerdozio, in seguito alla quale, nel 1984, decise di entrare in seminario: «Ero stato fino ad allora un giovane normale che era uscito con delle ragazze». Esperto di Diritto canonico, il prelato ha lavorato per un decennio nei Tribunali ecclesiastici. A proposito del Papa ha detto: «Dimostra il suo talento. Parla bene e senza paura, non solo per i cattolici ma per tutto il mondo. È intelligente e sa il peso che ha ogni parola che dice».

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Nicola Zingaretti, l'appello disperato: "L'Emilia-Romagna si salva se combattiamo tutti insieme"

"Prima l'Italiano". Scopritelo su Camera con Vista 2020, inizio di anno movimentato per la politica italiana
Diego Fusaro e Antonio Socci contestati a Siena da Sardine e Pd: "Via i turbo fascisti", eccoli a testa in giù
Emmanuel Macron e Brigitte, quasi linciati a teatro: "Il presidente è qui", i manifestanti tentano l'assalto

media