Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, filippino scambiato per cinese: volano pugni nel supermercato, psicosi da contagio

Gabriele Galluccio
  • a
  • a
  • a

Ai tempi del coronavirus in Italia succede che qualcuno cade nella trappola del pregiudizio e si rende protagonista di gesti da condannare assolutamente. In un supermercato è accaduto che un signore filippino si è preso un pugno in faccia da un uomo in preda alla psicosi da contagio. Il signore ha reagito scatenando una rissa uno contro uno vicino alle casse e si è risentito molto: "Io sono filippino, non cinese, vaffa...". Sono prontamente intervenuti gli addetti del supermercato e altre persone che erano lì a fare la spesa per riportare alla normalità la situazione.  Per approfondire leggi anche: Facchinetti prende a schiaffi gli aggressori di un anziano cinese Un signore filippino, forse scambiato per cinese, è stato colpito al volto in un supermercato. Costretto a giustificarsi: “Io sono filippino, non sono cinese”. Ormai siamo alla follia ‍♂️ #coronavirus pic.twitter.com/a1ae8iBubV— Giulio Pasqui (@GPasqui) February 24, 2020

Dai blog