Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus in Lombardia, l'ultimo bollettino non spaventa Giulio Gallera: "Stiamo vincendo la battaglia, tra 10 giorni i risultati"

  • a
  • a
  • a

Quando l’emergenza coronavirus sarà finita, Giulio Gallera sarà sicuramente ricordato tra quelli che hanno fatto, e tanto, fin dal primo momento. Con poche chiacchiere, tanti fatti e soprattutto una comunicazione chiara: fin dal primo tempo ha evidenziato la gravità della situazione e le misure necessarie per affrontarla. Se l’eccellente sistema sanitario lombardo sta reggendo, il merito è anche suo. L’assessore al Welfare ha snocciolato i numeri dell’ultimo bollettino: preoccupanti, ma da inquadrare nella giusta ottica. I positivi sono 8725 (+1445 rispetto a ieri), gli ospedalizzati sono 4274 (+395), dei quali 605 (+45) in terapia intensiva. I dimessi sono 1085 mentre i decessi sono aumentati di altre 127 unità, arrivando purtroppo a quota 744.

“In questi giorni abbiamo avuto evidenza della forte contagiosità di questo virus, della sua portata e dei danni che crea - ha dichiarato Gallera - ma anche della capacità del nostro sistema sanitario di resistere. Ieri siamo riusciti ad aprire 127 nuovi posti di terapia intensiva, un lavoro incredibile. E nei prossimi giorni ne apriremo altri 16 al San Carlo di Milano e altri 20 al Papa Giovanni di Bergamo. Fino ad oggi la nostra battaglia la stiamo vincendo - ha sottolineato l’assessore - e speriamo di riuscire a farlo fino a quando decrescerà il contagio”. Inoltre Gallera ha ricordato che “solo da lunedì c’è stata una presa di coscienza della situazione, per cui solo alla fine della prossima settimana vedremo i risultati”. 

Dai blog