Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, lo studio sui due cinesi dello Spallanzani: "Immagini choccanti", come riduce i polmoni la malattia

  • a
  • a
  • a

Le radiografie dei primi due pazienti positivi al coronavirus ricoverati in Italia, i due turisti cinesi curati all'ospedale Spallanzani di Roma, mostrano i danni devastanti del virus sui polmoni. Repubblica parla di "immagini scioccanti" a proposito della cartella clinica diffusa dai ricercatori dello Spallanzani in uno studio che verrà pubblicato sull'International Journal of Infectious Diseases. "I due pazienti, un uomo di 67 anni e una donna di 65 - ricorda sempre Repubblica -, erano in forma e in salute. Seguivano soltanto una terapia orale per tenere a bada l'ipertensione". 

 



Ricoverati per problemi respiratori e febbre, i due turisti hanno impiegato solo 4 giorni "per arrivare all'insufficienza respiratoria e due giorni dopo entrambi i pazienti respiravano solo grazie a un ventilatore". Le prime radiografie effettuate sui due cinesi, sottolinea Repubblica.it, citando lo studio, mostrano "opacità del vetro smerigliato. In pratica, gli spazi aerei nei loro polmoni si erano riempiti di liquido, generalmente pus, sangue o acqua". Notato anche il fenomeno della "pavimentazione pazza", un "ispessimento del setto e del setto intralobulare, che può inibire le prestazioni". Secondo lo studio, "i vasi sanguigni che trasportano il sangue dal cuore ai polmoni per ossigenarsi si stavano allargando", riducendo così lo spazio per l'ossigeno. "Questa nuova evidenza radiologica suggerisce un diverso modello di coinvolgimento polmonare rispetto a quelli osservati nelle altre infezioni note gravi causate da coronavirus (Sars e Mers", aggiungono i ricercatori. 

Dai blog