Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, la circolare del Viminale consente la passeggiata genitore-figlio: l'Italia ricomincia a respirare?

  • a
  • a
  • a

Dopo i numerosi appelli per la concessione di “un’ora d’aria” per i bambini, arriva la circolare del Viminale che specifica ulteriormente cosa è concesso e cosa no mentre sono in vigore le misure urgenti per fronteggiare l’emergenza coronavirus. Per quanto riguarda gli spostamenti di persone fisiche, viene chiarito che “è da intendersi consentito ad un solo genitore camminare con i propri figli minori” in quanto tale attività “può essere ricondotta alle motorie all’aperto purché in prossimità della propria abitazione”. In altri termini, i bambini possono uscire di casa se accompagnati da un genitore, ma devono rimanere nei pressi dell’abitazione e rispettare scrupolosamente le regole di distanziamento sociale. Al genitore spetta la responsabilità di evitare qualsiasi tipo di contatto con gli altri. La circolare del Viminale ricorda anche che “resta non consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto ed accedere ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici” e specifica che “l’attività motoria generalmente consentita non va intesa come equivalente all’attività sportiva (jogging)”. Dura la reazione delle regioni coinvolte, con l'assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera che definisce  l'atto del governo "una follia, un gesto gravissimo".

Dai blog