Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaticano, il fratello dell'ex cardinale Becciu e lo strano accordo per la birra Pollicina

  • a
  • a
  • a

La birra "Pollicina"  di Mario Becciu, fratello dell'ormai ex cardinale Angelo Becciu un petroliere angolano, Antonio Mosquito, un finanziamento da un milione di euro mezzo, e un accordo di partnership per apporre il marchio "Caritas Roma" sulla birra,  in cambio della "donazione" alla Fondazione del 5% del fatturato di vendita birrificio dei fratelli Becciu Angel's.


Tra le ipotesi degli inquirenti sia vaticani che italiani alla cui attenzione è finito il documento c'è quella, comunque ancora tutta da verificare, che l'operazione possa essere stata favorita da monsignor Angelo Becciu e che, anche in considerazione della disciplina di settore prevista in Italia, possa aver generato guadagni indiretti alla Angel's, cosa che è stata appunto contestata da Papa Francesco al suo ex uomo di fiducia nell'udienza choc del 24 settembre.

 


Si è difeso dalle accuse in un'intervista a Repubblica Mario Becciu, che è anche professore di psicologia all'Università salesiana. "Non posso, come fratello di un cardinale, realizzare i progetti ai quali tengo?". Becciu ha spiegato di aver "stipulato un contratto regolare che prevede la restituzione dei fondi. Attualmente, sono stati versati sul conto corrente della Società 800 mila euro".

Un affare nato da un rapporto di amicizia tra i due e "insieme, siamo arrivati all'accordo sul progetto della birra". Nel 2013 però il cardinal Becciu voleva partecipare con 250 milioni a un'operazione per lo sfruttamento petrolifero di un giacimento in Angola propostagli da Mosquito. Finanziamento che il Vaticano bocciò come non opportuno. "Mio fratello", chiarisce Mario Becciu, "non si lasciò influenzare dall'amicizia, anzi seguì il consiglio degli esperti"

Quanto all'accordo con il marchio Caritas replica: "Mio fratello non ne sapeva nulla fino a tre giorni fa". Interpellato dai cronisti sulla vicenda della birra 'Pollicina' nella conferenza stampa convocata venerdì per spiegare le sue ragioni,  l'ex cardinale Becciu ha smentito qualunque interessamento a favore della società del fratello. "E’ lui che ha i contatti con la Caritas - ha aggiunto, come riporta Famiglia Cristiana -, se ne ha parlato è stato lui stesso, ma io con la Caritas di Roma non ho nessun contatto", ha assicurato.

Dai blog