Cerca

La novità

Trekking acquatico, camminata e tuffo sul Naviglio: il debutto in Darsena

30 Aprile 2019

0
Trekking acquatico, camminata e tuffo sul Naviglio: il debutto in Darsena

È una storia che ha più di trent' anni. Nasce dall' attaccamento all' ambiente. Alla natura, agli alberi, all' acqua. E da una voglia di avventura. Nel 1988 è stata fondata Ata, l' associazione del Trekking Acquatico e Angelo Falletta, il suo presidente, 68 anni, ne ha custodito tutti i principi.

Domenica mattina proprio lui, insieme a suo figlio di sedici anni e ad altri quindici volontari, si è tuffato nel Naviglio Grande, nuotando per circa due chilometri fino alla Darsena. Una muta addosso e braccia e gambe per spostarsi lungo il canale. Turisti e cittadini, stupefatti per gli agili movimenti tra la poesia dei canali, sono rimasti a guardare e ascoltare le esclamazioni di Angelo, guida sicura ed entusiasta della parata. «Si è trattato di una manifestazione per promuovere il trekking acquatico pure nelle acque dei canali milanesi», hanno spiegato.

LA SFILATA
I nuotatori hanno sfilato con addosso il particolare zaino Lontra. Un' idea di Falletta, brevettata per la prima volta nel 1986 in tutto il mondo. Si tratta di uno speciale zaino anfibio che, oltre a proteggere dall' acqua il contenuto all' interno della sacca a tenuta stagna, può fungere da boa e da salvagente per garantire la massima sicurezza. Inizialmente lo zaino era stato prodotto da Seven, ma la produzione fu interrotta a causa di problematiche tecniche. Di recente, però, lo zaino da trekking acquatico è stato ripreso e rinnovato in collaborazione con Tucano, l' azienda milanese di zaini e borse e a breve sarà prodotto su larga scala. Un' invenzione unica, cucita a posta per il trekking acquatico, uno sport unico nel suo genere. Una forma di escursionismo ecologico che sviluppa attraverso attività miste: nuoto, camminata ed escursioni naturalistiche.

OBIETTIVI
La parata acquatica di domenica, aveva uno scopo preciso: sensibilizzare i milanesi al rispetto dell' ambiente con particolare attenzione al patrimonio storico dei Navigli, le cui acque non sono poi così inquinate come spesso si racconta.
L' iniziativa è un primo passo: in futuro, forse si potrà praticare il trekking acquatico proprio nei canali milanesi, organizzando corsi per gli inesperti.

Per adesso ci si deve accontentare del patrocinio che l' Assessorato Turismo, Sport e Qualità della vita del Comune di Milano e la Protezione Civile Subacquea del Comune hanno conferito alla manifestazione di Ata. Di certo, non è una novità per Falletta e i volontari di Ata sperimentare nuove avventure.
La storia dell' associazione parla da sé. Dai progetti all' interno delle scuole per sensibilizzare i bambini al rispetto dell' ambiente.

"Bimba la cagnolina ecologica", "Una mela per un cavallo", "Un cane per l' ambiente", "Lilli e la raccolta differenziata", sono solo alcuni. Per non dimenticare "l' Amico Ulivo Albero dell' Amicizia", evento meneghino che ormai approda ogni anno in piazza Leonardo, dove per alcuni giorni viene piantato un grande ulivo per far conoscere ai bambini delle elementari il fascino di una delle piante più antiche del mondo.

di Miriam Romano

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Silvio Berlusconi festeggia il centrodestra: "Viva questo vecchietto che ce la mette ancora tutta”

Matteo Salvini sulla manifestazione a Roma: "CasaPound? Piazza aperta a tutti, ma..."
Migranti, il premier Conte in Senato: "Accordo di Malta non risolutivo"
Tafida, la grande sfida del Gaslini: ricoverata a Genova la bimba affetta da lesione cerebrale

media