Cerca

Una strage di Stato

Vittorio Feltri e il crollo del ponte Morandi: "Hanno ucciso Genova, così i politici ci lasciano crepare"

15 Agosto 2018

3
Vittorio Feltri e il crollo del ponte Morandi: "Hanno ucciso Genova, così i politici ci lasciano crepare"

Non è un fatto eccezionale che un ponte crolli. In tutto il mondo si registrano spesso disastri simili a quello accaduto a Genova. Quindi non saremo noi a lanciare accuse di qua e di là senza conoscere le cause della ultima sciagura che ha spezzato tante vite nella città.
La quale, per lungo tempo, sarà funestata dalla mancanza di collegamenti stradali.
Però c' è un però su cui non è possibile sorvolare. Il viadotto che all' improvviso si è schiantato uccidendo molte povere persone fu costruito mezzo secolo fa in cemento armato. Era robusto ma non eterno. Certi materiali col tempo si logorano e cedono. È fatale che a un dato momento smettano di resistere: il mio professore di fisica diceva a noi studenti che ciò che sta in alto, prima poi, casca in basso. La chiamano forza di gravità, e non è un mistero che agisca sempre. Perché non si è provveduto a verificare la resistenza dell' opera della quale parliamo? Noncuranza, sciatteria, incoscienza? Forse le tre cose insieme hanno provocato la terribile disgrazia.
Non conosceremo mai i responsabili di questa tragedia, dato che in Italia, e altrove, si gioca regolarmente allo scaricabarile. Si darà la colpa a chiunque per salvare chiunque. Una storia vecchia che si ripete da che siamo al mondo. Occorre aggiungere una osservazione non marginale: come cacchio si fa a erigere un ponte della madonna che scavalca una quantità sterminata di condomini ovviamente abitati? A questa banale domanda non risponderà mai nessuno, poiché gli autori del progetto nonché chi lo ha approvato sono morti di vecchiaia. E i nuovi politici pensano alle loro poltrone, a conservarle, non a garantire la sicurezza dei cittadini, che sono carne di porco. Crepino pure.
Ha ragione l' ex ministro Lunardi, grande ingegnere, quando dice che bisogna andare sotto terra con le gallerie e non in cielo.

di Vittorio Feltri

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • greppio

    16 Agosto 2018 - 12:12

    "..i politici ci lasciano crepare..". E di chi è la colpa, di grazia, Direttore? La colpa è solo degli italiani che, in questi anni, hanno sempre fatto spallucce, ed hanno continuato a tirare a campare. Anche i giornalisti, come tutti gli italiani, hanno le loro colpe. Avete sempre preferito cantare le lodi del leader di turno /tanto a dx quanto a sx) piuttosto che indagare.

    Report

    Rispondi

  • biagio14

    16 Agosto 2018 - 09:09

    Tutte le giustificazione possone essere ascoltate ma rimane una sola cosa da dire: gli italiani, igegneri e non , sono un popolo di pizzettari e mandolinari. Non lamentiamoci quando ci etichettano così.

    Report

    Rispondi

  • pithard

    16 Agosto 2018 - 08:08

    Sottoterra come dice Lunardi? Ma se succedesse un incidente con relativo incendio?? Lunardi che è perforato di famiglia,porta acqua al ďuo mulino.

    Report

    Rispondi

media