Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Periscopio: gli eventi vip della settimana

Ivan Rota
  • a
  • a
  • a

Compleanno di baby Bianca e mamma Sabina Negri, autrice, giornalista e drammaturga,nello storico locale degli artisti ( o dei teatranti) Santa Lucia in San Pietro all'Orto. Tra fotografie di attori e ospiti vip hanno soffiato le candeline mamma e figlia. Passiamo all'imprenditoria. Umberto Montano, l'imprenditore che ha inventato il Mercato Centrale, a Firenze, Torino, Roma e tra poco a Milano, é nato a Stigliano, piccolo centro in provincia di Matera, è stato un pioniere del food business fiorentino agli inizi degli anni '80.Ha raccontato : “ da lì sono partito non con le valigie di cartone, come si suol dire, ma con le buste di plastica, in un momento in cui era molto difficile immaginare la collocazione da un'identità minuscola, povera e dimenticata come un paese della montagna materana e la già difficilissima, straordinaria e bella città di Firenze. Fu una scommessa per me importante – confessa – immediatamente mi è cambiata la vita. Immediatamente, sì, perché è cambiato l'humus intorno a me, il modo di vedere; qui ho capito che sognare era possibile, che se avessi lavorato, dando il meglio di me potevo ottenere dei risultati, cosa che, invece, era profondamente preclusa dalle mie parti, dove ogni tentativo di uscire dal seminato si scontrava con vincoli e problemi che non consentivano neanche di immaginare un'alternativa diversa e migliore. Lì il sogno era proibito, qui il sogno era reso possibile e questa è stata la forza vitale di tutte le esperienze scaturite.” Per lui Arturo Artom ha approntato un "cenacolino" nella splendida casa dei galleristi Gianni Maimeri e Silvia Basta con pochi selezionatissimi ospiti. Una serata all'insegna dell'eccellenza. E ora la tv.Studio nuovo, scenografia totalmente rinnovata per Uno mattina in famiglia che parte il 14 settembre su Rai 1 con la nuova coppia Tiberio Timperi e Monica Setta. Due giornalisti classe 1964 Timperi e la Setta sono la vera novità di questo palinsesto di Rai 1. I due conduttori si sono visti giovedì scorso al circolo sportivo della Rai a tor di quinto per una colazione di avvicinamento. Caffè spremuta e torte alla marmellata per Tiberio e Monica che hanno fatto le prove generali di coppia scattando selfie postati poi sui Social. Per Tiberio è un ritorno alle origini nel programma che ha condotto per ben 22 edizioni mentre per monica è un ritorno in Rai a 8 anni dalla stagione di successo vissuta a Rai 2 con il fatto del giorno. Come si sente Monica? 'emozionata come fossi al primo giorno di scuola' dice la Setta a Leggo 'per me questo programma è un sogno che si avvera. Lo seguo da sempre e quando il direttore Teresa de Santis mi ha chiesto di condurlo mi è sembrato di toccare il cielo con un dito. Tiberio è un mostro sacro della tv ed io mi avvicinero a lui e al programma con umiltà e passione. Da sempre sognavo di lavorare con il grande Michele guardi che considero il più grande genio della tv intelligente e divertente'. Si parte sabato alle 8.15 in diretta (la domenica alle 6.30)ci sarà la rubrica della tv dove Monica nei 2 anni precedenti era ospite fissa affidata a Stefania Orlando poi la rubrica dei sentimenti a Marta flavi il gossip di Gianni Ippoliti e Giovanni Terzi. Scritto da Giovanni Taglialavoro con il regista marco aprea e un team di autori storici della trasmissione uno mattina in famiglia sarà il vero gioiello di casa Rai 1. “UN BEL NIENTE”, il nuovo singolo di SENHIT Reduce da un'estate sul palco di Festival Show per presentare live il brano “Dark Room” con la coreografia ideata da Luca Tommassini, la cantante italo eritrea SENHIT è pronta a lanciare il nuovo brano electro pop “Un bel niente”. Il nuovo singolo sarà in radio e disponibile in digital download e sulle principali piattaforme streaming da domani, venerdì 13 settembre. Link https://senhit.lnk.to/UBN. Intanto in questi giorni le strade di Roma, Milano e Bologna sono state invase da cartelloni che riportano la scritta “Un bel niente” e rimandano al sito www.unbelnientemusic.com dove è presente il count down all'uscita del singolo (qui alcune foto: https://we.tl/t-L29h3AXJtH). “Un bel niente” è il secondo singolo di Senhit in lingua italiana, insieme a “Dark Room”. Questi brani segnano, infatti, l'inizio di un nuovo percorso, dopo le produzioni in inglese di Brian Higgins (che ha lavorato con Kylie Minogue, Pet Shop Boys, Kaiser Chiefs e molte altre icone) che le hanno permesso di girare i club di Amsterdam, Parigi, Manchester, Berlino e Londra. Il suo ultimo video vede la regia di Luca Tommassini: “Dark Room” https://youtu.be/TsKreqNZtNw. Il video di “Something On Your Mind” ha superato 400mila visualizzazioni su Youtube www.youtube.com/watch?v=YnobbDRe_9g. Questo singolo è contenuto nell'EP “Hey Buddy”, composto da sei tracce electro pop in lingua inglese, prodotte per la maggior parte da Brian Higgins (che ha lavorato con Kylie Minogue, Pet Shop Boys, Kaiser Chiefs e molte altre icone della scena inglese). Senhit è “la più internazionale delle artiste italiane”, non solo per le sue origini, ma soprattutto per il suo background artistico e di vita vissuta, per il mood che la contraddistingue e per il sound dei suoi brani. Il frutto di queste esperienze prende forma nei concerti dal vivo, in cui Senhit porta sul palco un suono originale e tutta la sua energia. Nata e cresciuta a Bologna da genitori di origine eritrea, Senhit comincia la carriera artistica nei musical di Massimo Ranieri e di Disney on Broadway che le permettono di calcare grandi palchi e viaggiare molto, portando con sé la curiosità e l'amore per la vita, propri dell'Africa. Nel 2006 rientra in Italia ed inizia la carriera musicale da solista. Luca Guerrieri DJ e producer Meet Music, manifestazione toscana dedicata a mettere in contatto l'entusiasmo dei nuovi talenti e l'esperienza dei professionisti del music business, soprattutto in ambito djing & dintorni, sbarca a Milano. Mercoledì 18 settembre 2019 dalle 19 infatti Luca Guerrieri, dj producer stimato nel mondo e anima di Meet Music, animerà a tempo MINI Clubman House, uno spazio nel cuore di Milano realizzato in occasione del lancio della Nuova MINI Clubman e pensato per vivere la quotidianità con una marcia diversa, in un ambiente creativo e di tendenza. In console insieme a Luca Guerrieri ci sarà anche Lorenzo Fassi (Club Haus 80'S). Il ritmo quindi sarà house, decisamente piacevole, perfetto per un drink dopo il lavoro o mangiare un boccone in tutto relax con gli amici. Per Meet Music questo party sarà un gran bel modo per chiudere un'edizione 2019 davvero importante: il 18 ottobre viene ad esempio pubblicata la Compilation MeetMusic. "Non era prevista, questa compilation, ma è stata una scelta necessaria mettere insieme tutti gli artisti che hanno voluto partecipare al Contest", spiega Luca Guerrieri. "Il livello di molti brani è davvero alto e scegliere il brano vincitore è stato davvero difficile". Proprio durante il party a Milano viene presentato il video del brano in questione, "You Know", prodotto da Joe Re Renzo e Anthony M. Il disco esce il 27 settembre 2019 su Claps Records. 18/9 Luca Guerrieri (Meet Music) @ MINI Clubman House (dalle 19) Via Tommaso da Cazzaniga, Milano Ingresso Libero "Memoria Viva" 1939 - 1945 Cassino. La storia prende vita con la realtà aumentata e coinvolge anche i bambini È stata inaugurata “Memoria Viva” 1939 – 1945 Cassino, la mostra che propone un nuovo modo di raccontare la storia e i fatti della Seconda Guerra Mondiale, più coinvolgente e immediato. L'esposizione è stata realizzata utilizzando tecnologie innovative, allestita presso il Museo Historiale di Cassino, e organizzata da DBG Management & Consulting. Hanno preso parte alla cerimonia di inaugurazione: Barbara Molinario, Amministratore di DBG Management & Consulting, Giovanna Pugliese, responsabile dei Progetti Speciali della Regione Lazio, Enzo Salera, Sindaco di Cassino, Danilo Grossi, Assessore alla Cultura Cassino, Gaetano De Angelis Curtis, Presidente dell'Associazione Culturale CDSD - Centro Documentazione Studi Cassinati ONLUS, e Michele Merola, Vicepresidente Gruppo Giovani Unindustria Frosinone. È, inoltre, intervenuto lo storico dell'arte Professor Vittorio Maria De Bonis, citando aneddoti e fatti di quei terribili anni. La mostra ha aperto ufficialmente al pubblico proprio nell'anniversario del bombardamento del 10 settembre 1943, che distrusse gran parte della città di Cassino. Esposte oltre 400 vecchie fotografie, selezionate dal CDSD tra oltre 2.000 scatti, e catalogate per anno e luogo, restaurate per l'occasione in formato digitale 3D. A raccontare i fatti del passato saranno sette personaggi chiave di quel periodo, che prendono voce se inquadrati con il tablet grazie ad un software specifico, per raccontare i fatti dell'epoca. Questi personaggi, uno per ogni anno oggetto della mostra, dal 1939 al 1945, sono disposti su sette pannelli, ciascuno con uno schermo interattivo, che ripropone immagini d'epoca restaurate in 3D, stralci di vecchi quotidiani e una linea temporale con i fatti salienti dell'anno. È stata realizzata anche una postazione touch screen pensata appositamente per i più piccoli, dove potranno imparare divertendosi, con personaggi cartoon che racconteranno la storia con un linguaggio più leggero. L'evento, cofinanziato dall'Unione Europea, rientra nell'ambito del bando "Atelier, Arte, Bellezza e Cultura", una misura del Por-Fesr Lazio 2014-2020 che promuove, la valorizzazione culturale di cinque luoghi storici del Lazio. La mostra sarà visitabile gratuitamente fino al 18 ottobre. In seguito, tutto il materiale resterà disponibile gratuitamente online. Museo Historiale, Via San Marco, 23, Cassino. Rocco Siffredi vince come Miglior Regista 2019 agli XBiz Europa Awards Un ulteriore riconoscimento internazionale, per il noto attore, regista e produttore cinematografico italiano, Rocco Siffredi: il divo dell'intrattenimento per adulti ha ritirato ieri sera, mercoledì 11 settembre, una delle più ambite statuette in lizza a Berlino, durante la consegna degli XBIZ Europa Awards di Berlino: premi dell'industria di settore che acclamano le più lodevoli produzioni cinematografiche a luci rosse d'Europa. Il 55enne nato ad Ortona (CH) è stato scelto per condurre, in coppia con l'attrice polacca Misha Cross, la serata di gala della kermesse berlinese: “Benvenuti tutti quanti alla serata più fantastica.. in Europa, ragazzi!” - ha dichiarato, in entusiasta lingua italiana, Rocco Siffredi durante l'apertura del Galà (VIDEO). Sul palco il noto divo italiano non ha risparmiato battute e aneddoti in inglese, nell'inedita veste di conduttore. Ma ha smesso i panni della guida, quando ha ritirato il premio come “miglior regista dell'anno”, come decretato dall'industria europea dell'intrattenimento per adulti, riunita ieri sera agli Xbiz Europa Awards di Berlino. Monet e gli Impressionisti in Normandia Dopo il grande successo della mostra Chagall. Colore e magia conclusasi il 3 febbraio che ha accolto 46.908 visitatori, grazie ad un progetto condiviso con Vittorio Sgarbi, dal 13 settembre arriva a Palazzo Mazzetti di Asti un eccezionale corpus di 75 opere che racconta il movimento impressionista e i suoi stretti legami con la Normandia. Sul palcoscenico di questa terra, pittori come Monet, Renoir, Delacroix e Courbet - in mostra insieme a molti altri - colgono l'immediatezza e la vitalità del paesaggio imprimendo sulla tela gli umori del cielo, lo scintillio dell'acqua e le valli verdeggianti della Normandia, culla dell'Impressionismo. Grazie alla Fondazione Asti Musei, la mostra “Monet e gli impressionisti in Normandia” curata da Alain Tapié, ripercorre le tappe salienti della corrente artistica: opere come Falesie a Dieppe (1834) di Delacroix, La spiaggia a Trouville (1865) di Courbet, Camille sulla spiaggia (1870) e Barche sulla spiaggia di Étretat (1883) di Monet, Tramonto, veduta di Guernesey (1893) di Renoir - tra i capolavori presenti in mostra - raccontano gli scambi, i confronti e le collaborazioni tra i più grandi dell'epoca che - immersi in una natura folgorante dai colori intensi e dai panorami scintillanti - hanno conferito alla Normandia l'immagine emblematica della felicità del dipingere. Un progetto espositivo che si concentra sul patrimonio della Collezione Peindre en Normandie, una delle collezioni più rappresentative del periodo impressionista, accanto a opere provenienti dal Musée de Vernon, dal Musée Marmottan Monet di Parigi e dalla Fondazione Bemberg di Tolosa. Furono gli acquarellisti inglesi come Turner e Parkes che, attraversata la Manica per abbandonarsi allo studio di paesaggi, trasmisero la loro capacità di tradurre la verità e la vitalità naturale ai pittori francesi: gli inglesi parlano della Normandia, della sua luce, delle sue forme ricche che esaltano i sensi e l'esperienza visiva. Luoghi come Dieppe, l'estuario della Senna, Le Havre, la spiaggia di Trouville, il litorale da Honfleur a Deauville, il porto di Fécamp - rappresentati nelle opere in mostra a Palazzo Mazzetti - diventano fonte di espressioni artistiche di grande potenza, dove i microcosmi generati dal vento, dal mare e dalla bruma possiedono una personalità fisica, intensa ed espressiva, che i pittori francesi giungono ad afferrare dipingendo en plein air dando il via così al movimento impressionista. La mostra è realizzata dalla Fondazione Asti Musei, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, dalla Regione Piemonte e dal Comune di Asti, in collaborazione con Ponte - Organisation für kulturelles management GMBH, organizzata da Arthemisia, sponsor Gruppo Cassa di Risparmio di Asti e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino. PIANO CITY PALERMO Da venerdì 27 a domenica 29 settembre torna PIANO CITY PALERMO, il festival di pianoforte che trasforma Palermo in un grande palcoscenico. Oltre 50 ore di musica riempiranno le strade, le piazze e i quartieri del capoluogo siciliano, proponendo percorsi urbani e itinerari tematici nei luoghi più suggestivi della città. Il programma completo degli eventi è visibile al seguente link: www.pianocitypalermo.it/programma. Giunto alla terza edizione, Piano City Palermo è un progetto di Associazione Piano City Milano, della Fondazione Teatro Massimo e del Comune di Palermo, in collaborazione con il Conservatorio di Musica “Alessandro Scarlatti già Vincenzo Bellini” di Palermo. Con la direzione artistica di Ricciarda Belgiojoso, Piano City Palermo si conferma una manifestazione capace di adattarsi a tutti i cambiamenti della città e, allo stesso tempo, di trasformarne attivamente i luoghi più importanti a livello sociale e simbolico. Innovazione, sostenibilità e desiderio di scoperta sono le parole chiave di un festival che ha fondato le sue radici in una città che mai come ora è simbolo dell'accoglienza, nel cuore del Mediterraneo. Una preview specialmente dedicata ai giovani giovedì 26 settembre alle ore 18.00 con il pianista e docente universitario Rosario Lo Franco, che suonerà musiche rock-pop a bordo piscina presso l'Università degli Studi di Palermo in Viale delle Scienze, Edificio 18. L'inizio ufficiale del festival è fissato con l'inaugurazione di venerdì 27: Davide Boosta Dileo, fondatore e storico membro del Subsonica, presenta alle ore 21.00 allo Stand Florio un programma speciale dal titolo “Il pianoforte e il 45 giri”, con cui festeggia anche il suo 45° compleanno. Sabato 28 alle ore 21.30, sempre allo Stand Florio, è il turno di Rami Khalife, giovane talento franco-libanese apprezzato a livello internazionale per la fusione tra musica pianistica ed elettronica. Piano City Palermo chiuderà con “Butterfly Blues”, uno spettacolo inedito creato dal giornalista Gery Palazzotto apposta per l'occasione, con musiche di Marco Betta, Fabio Lannino e Diego Spitaleri eseguite da Marco Betta e Diego Spitaleri, con testo narrato da Gigi Borruso. L'appuntamento è fissato per domenica 29 alle ore 21.30 in Piazza della Memoria. La prima Piano Night, intitolata “Piano Sleep”, si svolgerà dalle ore 23.00 di venerdì alle ore 06.00 di sabato nella Chiesa di Santa Maria dello Spasimo, con musiche create apposta da Massimiliano Viel per accompagnare il sonno. La seconda Piano Night comincerà sabato 28 alle ore 22.30 con Cesare Picco e “Piano Beat”, dedicato ai battiti della musica elettronica e a quelli del cuore, e proseguirà con il dj Painé Cuadrelli che da mezzanotte remixerà alcune delle composizioni pianistiche più famose per una serata tutta da ballare. L'alba di sabato 28 si leverà sulle note del pianista sordo dalla nascita Davide Santacolomba, di origini palermitane, che suonerà alle ore 06.30 al Porticciolo di Sant'Erasmo, mentre domenica alle ore 06.30, nei Giardini della Cattedrale di Palermo, un programma tutto dedicato al Mediterraneo con Massimo Carrieri. Tra gli appuntamenti da segnalare, l'omaggio ai Pink Floyd, in particolare all'album “The Wall” che quest'anno compie 40 anni, con Elpidia Giardina sabato alle ore 16.00 al Cimitero degli Inglesi, e l'omaggio ai Queen con Gabriele Baldocci domenica alle ore 20.00 presso la nuova area pedonale della Chiesa di San Giovanni degli Eremiti. E ancora la pianista e compositrice siciliana Giuseppina Torre domenica 29 alle ore 19.00 ai piedi del maestoso murales di Santa Rosalia a Ballarò con brani dal nuovo album “Life Book”; Giulia Malaspina suonerà sabato alle ore 17.30 al Circolo della Vela Sicilia un repertorio di musiche jazz e originali, Giacomo Cuticchio porterà sabato alle ore 12.30 al Palazzo Abatellis un'antologia di musiche del teatro dei Pupi suonate al pianoforte dal titolo “Quaderno di danze e battaglie dell'opera dei Pupi”, mentre Francesco Parrino proporrà, in via Paternostro alle ore 20.00, un repertorio di colonne sonore e musica pop. In programma anche numerosi altri appuntamenti in tutta la città, dal Castello di Maredolce a Danisinni, dal giardino di Beyond Lampedusa alla Tonnara Bordonaro, con i più disparati generi musicali, dalla classica, con anche una serie di concerti dedicati al Romanticismo fantastico a cura del Conservatorio di Musica “Alessandro Scarlatti già Vincenzo Bellini” di Palermo, al jazz, dal pop alla musica elettronica. Piano City Palermo è sempre attenta alla situazione sociale della città, e uno dei concerti più sentiti di questa edizione si terrà presso Almaviva, il call center di Palermo noto alla cronaca per la crisi che sta portando al licenziamento di più di un migliaio di dipendenti. Appuntamento domenica 29 alle ore 11.30, all'interno dell'edificio, con il concerto di musica jazz del pianista palermitano Mario Bellavista. Piano City Palermo è un'iniziativa musicale e culturale totalmente gratuita. Per alcuni eventi (segnalati nell'intero programma del festival) è necessario prenotarsi attraverso il sito www.pianocitymilano.it/programma. Le prenotazioni saranno aperte da martedì 17 settembre (fino ad esaurimento posti). Piano City Palermo nasce nel 2017, forte dell'esperienza maturata dalle sei precedenti edizioni di Piano City Milano. È un progetto partecipato, con un forte coinvolgimento cittadino, in cui la cittadinanza, i privati e i partner culturali collaborano insieme per una città sempre più vivibile e aperta. Una scommessa che ha incontrato l'entusiasmo e il sostegno dell'intero tessuto culturale e sociale della città: musicisti, aziende, media, istituzioni, associazioni che oggi vedono Piano City Palermo come uno degli eventi diffusi più amati dai cittadini di Palermo, e non solo. A cura di Accapiù, l'edizione del 2018 ha coinvolto più di 30.000 persone, che hanno assistito a 68 concerti diffusi in più di 30 location sparse per la città (come le maratone pianistiche ospitate al Teatro Massimo), confermando un trend sempre in crescita. I media partner di questa edizione sono Radio Monte Carlo, La Repubblica, Palermo Today e Pianosolo. "Io sono l'altro" di Niccolò Fabi «Esiste un'espressione “In Lak'ech” che nella cultura Maya non è solo un saluto ma una visione della vita. Può essere tradotta come “io sono un altro te” o “tu sei un altro me”. Che si parta dalla mistica o dalla fisica quantistica si arriva sempre alla conclusione che l'altro è imprescindibile nella nostra vita e che siamo solo particelle di un tutto insondabile. Allora l'empatia diventa non solo un dovere etico, ma l'unica modalità per sopravvivere, l'unica materia che non dovremmo mai dimenticarci di insegnare nelle scuole. Conoscere e praticare i punti di vista degli altri è una grammatica esistenziale, come riuscire ad indossare i loro vestiti, perché sono stati o saranno i nostri in un altro tempo della vita. “Io sono l'altro” è anche il titolo di una delle canzoni di questo disco nuovo. Da oggi la potete sentire». Con queste parole NICCOLÒ FABI presenta “Io sono l'altro”, un primo assaggio del prossimo album di inediti, “TRADIZIONE E TRADIMENTO”, in uscita l'11 ottobre. La canzone è disponibile da oggi, mercoledì 11 settembre, in digital download e su tutte le piattaforme streaming (https://pld.lnk.to/iosonolaltro). Il video del brano, girato da Valentina Pozzi, è disponibile al seguente link: http://bit.ly/Iosonolaltro “Tradizione e tradimento”, in uscita per Universal Music, è il nono disco in studio da solista del cantautore. Da dicembre, inoltre, Niccolò Fabi farà il suo ritorno live, a distanza di 2 anni dal concerto-unico al PalaLottomatica di Roma in per festeggiare i suoi primi 20 anni di carriera. Di seguito le date del tour, prodotto e organizzato da Magellano e Ovest: 1 dicembre - Ravenna - Teatro Dante Alighieri (Biglietti Esauriti) 2 dicembre - Milano - Teatro Degli Arcimboldi 8 dicembre - Pescara - Teatro Massimo 10 dicembre - Cosenza - Teatro Rendano 12 dicembre - Catania - Teatro Metropolitan 13 dicembre - Palermo - Teatro Golden 19 dicembre - Trento - Auditorium Santa Chiara 20 dicembre - Vicenza - Teatro Comunale (Biglietti Esauriti) 21 dicembre - Vicenza - Teatro Comunale 7 gennaio - Udine - Teatro Nuovo Giovanni da Udine (Nuova Data) 10 gennaio - Bologna - Teatro EuropAuditorium 11 gennaio - Firenze - Teatro Verdi 12 gennaio - Torino - Teatro Colosseo 13 gennaio - Genova - Teatro Politeama Genovese 19 gennaio - Roma - Auditorium Parco della Musica 20 gennaio - Roma - Auditorium Parco della Musica 21 gennaio - Napoli - Teatro Augusteo 22 gennaio - Bari - Teatro Team 24 gennaio - Ancona - Teatro Le Muse 25 gennaio - Assisi - Teatro Lyrick (Nuova Data) 29 gennaio - Bergamo - Teatro Creberg 30 gennaio - Parma - Teatro Regio I biglietti per le date del tour sono disponibili in prevendita sul sito di Ticketone e nei punti vendita e prevendita abituali (http://bit.ly/NiccoloFabiTour). Più di 80 canzoni, 8 dischi di inediti, 2 raccolte ufficiali, 1 progetto sperimentale come produttore, 1 disco di inediti con la super band FabiSilvestriGazzè, 2 Targhe Tenco per “Miglior Disco in Assoluto” (vinte per i suoi ultimi due album) e dopo 20 anni di musica Niccolò Fabi è oggi considerato uno dei più importanti cantautori italiani. Tanta musica nel percorso del cantautore, tanta sperimentazione e un avvicinamento sempre più evidente alla musica d'oltreoceano. È un percorso artistico incentrato sulla ricerca della libertà espressiva quello che in questi anni ha inseguito il cantautore romano e ne è dimostrazione il più recente “Una somma di piccole cose”. "Fai la differenza, c'è... Circustenibile": 2 settimane di arte, cultura e spettacolo, per piccoli e grandi, all'insegna del riciclo e della sostenibilità Artisti del riciclo creativo, artigiani e designer del riuso, start Up dell'innovazione e chef del recupero; incontri, laboratori, attività green ed educational; e ancora concerti, spettacoli, interviste, racconti e workshop per promuovere la cultura della sostenibilità: sono questi gli ingredienti principali della nuova edizione di Fai la differenza, c'è... Circustenibile, che si propone, anche quest'anno, di raccontare e promuovere i contenuti della dell'economia circolare alla scoperta della green e della blu economy. A Roma, da giovedì 12 a giovedì 26 settembre, tante iniziative, in un evento itinerante, dedicate ai concetti di sviluppo sostenibile, tra laboratori creativi e giochi, concerti e attività di artigianato del riciclo, contest artistici e show cooking. Gli appuntamenti si svolgeranno dal 12 al 15 settembre presso il Centro Commerciale Euroma 2, dal 15 al 18 presso il Parco degli Scipioni, dal 20 al 22 presso il Laghetto dell'Eur. Tutte le attività saranno gratuite, e si concluderanno il 26 settembre con il workshop LE BUONE RE-AZIONI nella splendida sede di Palazzo Brancaccio. L'OBIETTIVO - L'iniziativa propone la fruizione di installazioni urbane di riciclo creativo, spettacoli di musica con quelle “band” che hanno fatto del recupero e riciclo la loro caratteristica principale, arte del riciclo, artigianato del riuso, show cooking del recupero, atelier, laboratori, incontri e workshop. L'obiettivo delle Associazioni che lo propongono da ormai diverse stagioni, nonostante il titolo della manifestazione sia stato adeguato a tempi e modi, è sempre lo stesso: coniugare il “fare insieme” con la promozione della cultura della sostenibilità e la valorizzazione degli spazi urbani, e creando un sempre più vasto territorio eco-friendly per sensibilizzare il pubblico verso scelte eco-compatibili. Il termine "circustenibile", dopotutto, è il risultato della fusione, in un gioco di crasi, dei concetti di economia circolare e sviluppo sostenibile, secondo un modello che pone al centro la sostenibilità del sistema, dove non ci sono prodotti di scarto, ma materie prime che vengono costantemente riutilizzate in un meccanismo che si rigenera. Le attività presso Euroma2, dal 12 al 15 settembre CONTESTECO Premio Metro News Italia - Presso il Centro Commerciale Euroma 2, tra livello 0 e livello 1, in viale Cristoforo Colombo angolo Viale Oceano Pacifico, da giovedì 12 a martedì 24 settembre, dalle ore 10.00 alle ore 21.00 circa, ecco l'esposizione e concorso d'arte e design sostenibile "+ eco del web". Una sfida di design artistico che attraverso il contest si propone di coinvolgere appassionati d'arte che possono raccontare, grazie all'obiettivo della propria macchina da presa, lo zoom della propria fotocamera o le proprie capacità creative, i temi del recupero e del riciclo dei rifiuti, quelli della conoscenza e utilizzo delle fonti d'energia alternative, pulite e rinnovabili. Il concept di questa edizione, "Dalla Terra alla Luna", ha inteso celebrare l'anniversario dello sbarco dell'uomo sulla Luna. A cinquant'anni da quello storico avvenimento, nonostante la tecnologia e il progresso scientifico abbiano fatto passi da gigante raggiungendo obiettivi più grandi e importanti, lo sviluppo sostenibile e l'accoglienza di una cultura basata sull'economia circolare non riescono a decollare completamente. Lo sviluppo sostenibile, il riciclo dei materiali e l'economia circolare, sono tematiche importanti da affrontare in un contesto globale per dare valore a tutto quello che può dare qualità dell'ambiente, promuovendo al tempo stesso un'occupazione sempre più qualificata. ECO-FESTA DELLA SOSTENIBILITÀ con ECO-FAIR - Da venerdì 13 a domenica 15 settembre, dalle ore 10:00 alle ore 21:00 circa, nello spazio diffuso del Centro Commerciale Euroma2, vengono presentate, illustrate, raccontate e toccate con mano, attraverso atelier, laboratori, incontri e workshop, le idee e le proposte di artigiani, artisti, imprese, start up, associazioni e federazioni che promuovono i concetti di recupero e riuso, sostengono le teorie dell'economia circolare, la cultura e la filosofia dello sviluppo sostenibile. Una piccola/grande Eco-Festa attraverso la quale tutte quelle organizzazioni che innovano, rispettando i criteri di sostenibilità, potranno farsi conoscere. Nel contesto del Centro Commerciale Euroma 2 si aprono così spazi che abbiamo voluto definire i Fab/Lab Point dell'Economia Circolare. I Fab/Lab Point dell'economia circolare saranno spazi che si caratterizzeranno e distingueranno ognuno per il proprio scopo e saranno così attivi: il Fab/Lab dello Storytelling, in cui, con il supporto della redazione di Rinnovabili.it e del free press Metro, i protagonisti si racconteranno; quello dell'innovazione e del riciclo, a cura di Arciragazzi Lazio, quello del riciclo itinerante, e infine Re-Cookstenibile, con la Scuola di Cucina TuChef e lo chef Alessio Guidi. Tutte le iniziative si svolgeranno dalle ore 10.30 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00 circa. Durante Re-Cookstenibile saranno premiati inoltre i finalisti del Contest Recupera e riusa in Cucina e… "Non sprecare nè acqua nè cibo": il Contest si è proposto di riscoprire i prodotti della terra e la loro genuinità invitando chef e food blogger a raccontare la storia di alcuni piatti della tradizione culinaria che verranno così “reinterpretati” utilizzando al meglio prodotti “bio e d'eccellenza”, recuperando inoltre tutto quello che può, all'apparenza, sembrare scarto di cucina e prodotto, e trasformandoli in ingredienti per vere e proprie ricette. Le attività presso Parco degli Scipioni, dal 15 al 18 settembre Nel contesto del gemellaggio tra La Città in Tasca, evento storico dell'Estate Romana, dedicato ai più piccoli e alle loro famiglie, oggi alla sua XXV edizione, e Fai la differenza, c'è... Circustenibile, l'Arciragazzi Roma, ospiterà negli spazi del Parco degli Scipioni, alcune iniziative che avranno proprio come leitmotiv i valori della sostenibilità. Domenica 15 settembre, ore 18:30, da una selezione della Compagnia de Il Clownotto verrà proposto lo spettacolo di teatro per bambini, Oltreunpo' Mastro Riciclò, spettacolo che intende farli riflettere sulle conseguenze che l'inquinamento e i rifiuti hanno sull'ambiente. Alle 20:30, invece, il film L'uomo che piantava gli alberi, basato sul racconto omonimo di Jean Giono. Animazione, durata 30 min. - Canada 1987. Consigliato dai 5 anni. Lunedì 16 settembre, alle 17:00, Fab/Lab dell'innovazione e del riciclo a cura di Arciragazzi Lazio; alle ore 18:30 lo spettacolo di teatro per bambini con Massimiliano Maiucchi, Così è se separi, uno spettacolo per sensibilizzare i bambini al riciclo e alla raccolta differenziata. A seguire, alle ore 20:30, il film La Gang del Bosco, spassosissima favola ecologica che denuncia l'avidità consumistica e la vocazione guerrafondaia della middle - class americana. Regia di Tim Johnson, Karey Kirkpatrick Animazione, durata 85 min. - USA 2006. Martedì 17 settembre, alle 17:00, Fab/Lab dell'innovazione e del riciclo a cura di Arciragazzi Lazio. A seguire, ore 18:00, sempre da una selezione della Compagnia de Il Clownotto, La Balena Matilde... storie di mare, uno spettacolo teatrale per bambini sul tema "green" e "blu". Alle ore 19:00, invece, la musica della band Riciclato Circo Musicale, offerta al pubblico dalla REGATA RICICLATA. La Band nasce nel 2006 da quattro singolari musicisti, professionisti, provenienti da generi ed esperienze artistiche completamente diverse. L'elemento identificativo per eccellenza dei “RCM” è l'utilizzo di materiali di recupero ed oggetti di uso comune per costruire sia strumenti musicali classici e contemporanei, quindi una riedizione di quelli già conosciuti, ma anche e soprattutto totalmente nuovi e inventati da loro stessi. Dopo il concerto, alle 20:30, il film Lorax il guardiano della foresta, l'adattamento cinematografico dell'omonimo libro per bambini del Dr. Seuss, che racconta di un ambientalista che cerca di salvare la foresta da un avido produttore di abbigliamento. Regia di Chris Renaud, Kyle Balda. Animazione - USA 2012 durata 86'. Mercoledì 18 settembre, alle 17:00, Fab/Lab dell'innovazione e del riciclo a cura di Arciragazzi Lazio. Alle ore 18:30 il Grande Concerto di Arrivederci, a cura dei Manzella Quartet? Formazione Instabile. Si tratta di una band sorprendente che propone un repertorio di brani inediti e cover, suonati con strumenti ricavati da materiale riciclato: suonano attrezzi musicali creati recuperando oggetti disparati di uso domestico da soffitte, cantine, garage, discariche, officine. Alle 20:30 il grande classico dell'animazione, Wall-E, un'odissea d'amore fantascientifica, tecnologicamente umana e romantica. Regia di Andrew Stanton - Animazione, durata 97 min. - USA 2008. Le attività presso il Parco Centrale del Lago dell'Eur, dal 20 al 22 settembre Nel contesto del gemellaggio tra Re Boat National Race | X Special Edition, evento storico nel panorama degli eventi ludico/sportivi nazionali, e Circustenibile, l'A.S.D. SUNRISE 1 e le Associazioni in network ospiterà negli spazi del Parco Centrale del Lago dell'EUR, alcune iniziative che avranno proprio come minimo comune denominatore l'Economia Circolare e la Sostenibilità. Venerdì 20 settembre - La scenografa Daniela Dazzi ricompone la stele Eureka Web che sarà il simbolo del gemellaggio tra Circustenibile e la Regata e resterà illuminata per le notti di questo evento. A seguire Massimo Tortella inaugura con il suo spettacolo musicale la gemellata Re Boat National Race. Ex componente del Gruppo Miatralvia, Massimo porta avanti il progetto della sua ex band: quello di suonare con materiale di riciclo. Naturalmente lo fa in modo nuovo, suonando contemporaneamente più strumenti. Questo progetto itinerante, lo porta ad esibirsi nelle piazze italiane ed estere. Sabato 21 settembre, dalle ore 10:00 alle ore 12:30 circa, nel contesto del Parco Centrale del Lago dell'EUR di Roma - come nel Centro Commerciale Euroma2 - si aprono i Fab/Lab Point dell'Economia Circolare. In parallelo, dalle ore 11:00 alle ore 12:00, i laboratori di lingua inglese sulla sostenibilità, che si svolgeranno tutti i giorni mattina e pomeriggio, e la partenza dell'EURienteering Tour (per prenotarsi inviare una e-mail all'indirizzo [email protected] con oggetto EURIENTEERING e attendere risposta), un viaggio di scoperta e conoscenza per valorizzare il territorio naturale, urbanistico e architettonico dell'EUR, condotto dall'Associazione Artefacto. Un'avventura davvero emozionante che si potrà godere su prenotazione in tre appuntamenti diversi: mattina e pomeriggio di sabato 21 settembre e la mattina di domenica 22 settembre. Nel pomeriggio di sabato 21 settembre tornano i Fab/Lab Point, mentre alle 16:00 l'inaugurazione dell'Opera d'Urban Art Sociale di Daniela Dazzi #NOVIOLENZA2.0 - mettiamoci in gioco per combattere la violenza di genere, che si pone l'obiettivo di recuperare con i giovani i valori e la cultura universale del rispetto reciproco. Il progetto è sostenuto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le pari opportunità. Alle ore 18:30, lo spettacolo di cabaret con l'autore e l'attore comico Diego Parassole, Stanno arrivando i cambiamenti climatici e non ho niente da mettermi. Lo spettacolo “Stanno arrivando i cambiamenti climatici e non ho niente da mettermi” prende spunto da un sapiente mix di alcuni dei migliori monologhi di “Che Bio ce la mandi buona!” e degli altri spettacoli di Parassole legati alle tematiche ambientali e affronta una serie di tematiche legate alla qualità della vita di ogni giorno, all'ambiente e all'ecologia in modo divertente, popolare ma “costruito” su una solida base scientifica. La comicità di Diego Parassole è in grado di miscelare risate e informazioni, battute e cronaca, realtà e finzione, costruendo un percorso che, in questo caso, permette di arricchire la coscienza ecologica degli spettatori. Lo spettacolo apre un ventaglio di argomenti che riguardano l'ecologia del quotidiano e affronta in maniera divertente una serie di argomenti che vanno dai cambiamenti climatici all'inquinamento, dall'auto elettrica alle condizioni dei mari e dei fiumi…E pone una serie di domande che portano lo spettatore ad affrontare in maniera divertente quelli che ormai sono tematiche di grande attualità: Come mai, pur vivendo nelle nazioni più ricche del mondo, noi occidentali facciamo fatica a essere felici? Perché siamo così consumisti da arrivare a buttare prodotti ancora funzionanti? Perché produciamo tonnellate di rifiuti e come possiamo gestirle al meglio? Come possiamo rendere i nostri comportamenti più sostenibili, diminuendo ad esempio l'utilizzo della plastica? Perché l'acqua in futuro sarà un bene sempre più raro e prezioso? Quale è il futuro dell'energia, come la produciamo e soprattutto come possiamo risparmiarla? E tutti noi, cosa possiamo fare per rendere più sostenibili i nostri comportamenti? Domenica 22 settembre 2019, dalle ore 10:00 alle ore 12:30 circa, tornano i Fab/Lab Point dell'economia circolare e i laboratori di lingua inglese sulla sostenibilità (anche nel pomeriggio), nonché l'EURienteering Tour. Alle ore 15:00, invece, partirà la Regata Riciclata, mentre alle ore 17.30 i saluti finali e il concerto dei No Funny Stuff, che accompagneranno i partecipanti e gli spettatori della regata riciclata con la buona musica della folle Jug Band che suona con i loro bizzarri strumenti fatti in casa: contenitori di fortuna, manici di scopa, seghe, pentole, lattine, innaffiatoi e quant'altro. Il workshop e le premiazioni per Contesteco Giovedì 26 settembre, ore 10:00, a Palazzo Brancaccio, si svolgerà il workshop Le buone re-azioni, incontro condotto da Mauro Spagnolo - consulente RAI e direttore di Rinnovabili.it. Seguiranno al workshop le premiazioni di Contesteco, il concorso d'arte e design sostenibile più eco del web – oggi Premio Metro News, con la consegna dei riconoscimenti agli artisti e appassionati di riciclo creativo che avranno partecipato al contest. Mauro Spagnolo consegnerà inoltre il Premio Rinnovabili2019, alla Start up più innovativa che avrà partecipato al contest. Verrà presentato infine il progetto Valori Ritrovati nato dalla collaborazione del Gruppo Poste Italiane con la Fondazione Caritas Roma Onlus. In questo caso – per motivi di natura tecnica – è gradita la prenotazione. La mostra di Monica Silva "Sacro e profano" La Fondazione Maimeri ( https://www.facebook.com/fondazionemaimeri/) di Milano presenta la mostra fotografica dell'Artista Monica Silva ( www.msilva.photography/) – fotografa brasiliana di fama internazionale, grande ritrattista e versatile artista – “Sacro e Profano” in esposizione presso lo spazio M.A.C. di Milano (Piazza Tito Lucrezio Caro, 1) dal 17 al 21 Settembre 2019. In esposizione 40 opere della fotografa, da quelle più famose agli ultimi scatti inediti, tratte dai suoi famosi portraits e dai progetti “Banana Golden Pop Art” (2014), “Lux et filum – una visione contemporanea di Caravaggio” (2015), “Flower Power Series Pop Art” (2018), “Coca Cola Series” (2019) e “Sexy Pop Fruit Series” (2019). Il realismo magico di Monica Silva “il titolo “Sacro e profano” – spiega Andrea Dusio, al quale è affidato il progetto di curatela della mostra – rimanda ad una dimensione intangibile che riguarda la capacità della retina di registrare qualcosa che l'obbiettivo non vede, e che appartiene a un atto magico, misterioso. [..] Quello che noi europei chiamiamo realismo magico non è altro che l'accettazione, o perlomeno la messa in discussione, di un elemento non spiegabile, irriducibile alla logica, e che però fa parte della realtà.” Diversi i progetti in esposizione, come “Lux et filum – una visione contemporanea di Caravaggio”, lavoro che vanta il patrocinio culturale del Governo dello stato di San Paolo (Brasile) per essere “di rilevanza culturale e sociale e per contribuire in modo significativo alla diffusione della cultura”. Qui Monica Silva reinterpreta con coraggio e capacità uno dei massimi esponenti della pittura barocca, Michelangelo Merisi, partendo dalla semplice domanda “come sarebbero oggi raffigurati quegli stessi dipinti di Caravaggio”? Andrea Dusio descrive così la reinterpretazione di Caravaggio: “[Le fotografie di Monica] s‘ispirano direttamente ad alcune delle opere più conosciute del Merisi, conservando in buona parte la composizione e l'impaginazione, il taglio e il formato, ma rinnovando radicalmente la raffigurazione, e in questo modo fuggendo al cliché seguito pedissequamente dai fotografi quando si misurano con le tele realiste del pittore lombardo”. “Cruciale, per Monica Silva, è il riferimento alla storia dell'arte – dice Vincenzo Trione, critico e storico dell'arte – la frequentazione dei musei, il ritorno su alcuni capolavori della storia dell'arte. La fotografa brasiliana non aspira a recidere ponti o collegamenti: l'immagine, per lei, deve dischiudere sentieri inesplorati dentro gli anfratti della memoria. Vuole donare un retroterra culturale a ogni barlume poetico. Guarda soprattutto ai sontuosi artifici del Barocco, servendosi di imprimiture e velature. Una fotografia, per lei, non è una fantasticheria, né un modo per plasmare il nulla. Al contrario, è rielaborazione di motivi già consolidati nel nostro patrimonio”. L'esposizione allo spazio M.A.C., tuttavia, non prevede solo opere del progetto “Lux et filum” ma anche opere di “Banana Golden Pop Art”, un omaggio giocoso all'estetica della Pop Art e all'immagine iconica di Andy Warhol, e fotografie del progetto inedito “Sexy Pop Fruit Series”, dove “i rimandi iconografici sono un mero spunto per una dissacrazione praticata paradossalmente verniciando d'oro i frutti, con prepotente allusione alla metafora sessuale che appartiene sin dall'antichità alla pittura di genere. Ancora una volta, se la fotografia insiste spesso stancamente in un esercizio pleonastico di iperrealismo che è connaturato al mezzo, Monica pratica una sorta di iper-antinaturalismo. I suoi frutti sono soprattutto pensieri, provocazioni, icone sfrontate” dice il curatore della mostra. Prosegue Dusio: “Il modo di fotografare di Monica Silva utilizza il linguaggio del pop e dell'immagine pubblicitaria come un dispositivo cromatico/formale rassicurante, che accontenta l'occhio distratto, per il quale la sua opera può essere assimilabile all'esuberanza di David LaChapelle, e lo fa tuttavia per aprire, io credo consapevolmente, una specie di affaccio sulla contemplazione di quello che contiene davvero un suo scatto, e che è per lo più invisibile agli occhi. Il linguaggio di Monica è infatti una forma estremamente personale di realismo magico.” Come tutto il filone Pop Art, anche “Coca Cola Series” – sempre in esposizione al M.A.C. – è un omaggio divertente all'estetica di Warhol che il curatore del progetto descrive così: ““Coca Cola Series Pop Art”: un gioco sull'icona e sul brand che scardina la divisione tra le sezioni della mostra.Si tratta infatti di variazioni compositive e tematiche che stanno al riparo dalla decontestualizzazione del prodotto su cui si fonda la riflessione storicizzata della Pop Art”. Adele Ceraudo e Ottotredici per le Donne L'Artista Adele Ceraudo insieme al titolare di OttoTredici, azienda fiorentina produttrice di foulard e scialli stampati e tinti a mano, Paolo Panerai, hanno deciso di realizzare una produzione di foulard numerata che ritragga un opera dell'artista dalla collezione "Le Affinità elettive", Roma 2011/2013. Tra le diverse opere è' stata scelta come immagine la reinterpretazione al femminile del David di Michelangelo per legare maggiormente l'iniziativa alla città di Firenze. Questo connubio è nato con uno scopo nobile, parte del ricavato delle vendite delle creazioni Ottotredici verrà devoluto a un associazione che tutela le donne Adele Ceraudo da sempre pone al centro della sua arte la figura della donna di cui descrive tutte le caratteristiche, sia quelle legate alla gioia alla positività, alla seduzione, fino ad arrivare agli aspetti più tragici legati alla violenza e al dolore. La sua arte, emotivamente coinvolgente, è un messaggio sociale oltre che visivo incentrato sul rispetto del corpo e dell'anima di tutte le donne. Adele Ceraudo e Ottotredici per le Donne L'Artista Adele Ceraudo insieme al titolare di OttoTredici, azienda fiorentina produttrice di foulard e scialli stampati e tinti a mano, Paolo Panerai e Annalisa Giuntini hanno deciso di realizzare una produzione di foulard numerata che ritragga un opera dell'artista dalla collezione "Le Affinità elettive", Roma 2011/2013. Tra le diverse opere è' stata scelta come immagine la reinterpretazione al femminile del David di Michelangelo per legare maggiormente l'iniziativa alla città di Firenze. Questo connubio è nato con uno scopo nobile, parte del ricavato delle vendite delle creazioni Ottotredici verrà devoluto a un associazione che tutela le donne Adele Ceraudo da sempre pone al centro della sua arte la figura della donna di cui descrive tutte le caratteristiche, sia quelle legate alla gioia alla positività, alla seduzione, fino ad arrivare agli aspetti più tragici legati alla violenza e al dolore. La sua arte, emotivamente coinvolgente, è un messaggio sociale oltre che visivo incentrato sul rispetto del corpo e dell'anima di tutte le donne. Il compleanno di Sabina Negri e baby Bianca Compleanno di baby Bianca e mamma Sabina Negri,   autrice, giornalista e drammaturga,nello storico locale degli artisti ( o dei teatranti) Santa Lucia in San Pietro all'Orto. Tra fotografie di attori e ospiti vip hanno soffiato le candeline mamma e figlia. Nella foto, Sabina Negri tra il direttore Francesco Del Vecchio e Bruno Paletta.  Monica Setta e Tiberio Timperi: la nuova coppia della tv Studio nuovo, scenografia totalmente rinnovata per Uno mattina in famiglia che parte il 14 settembre su Rai 1 con la nuova coppia Tiberio Timperi e Monica Setta. Due giornalisti classe 1964 Timperi e la Setta sono la vera novità di questo palinsesto di Rai 1. I due conduttori si sono visti giovedì scorso al circolo sportivo della Rai a tor di quinto per una colazione di avvicinamento. Caffè spremuta e torte alla marmellata per Tiberio e Monica che hanno fatto le prove generali di coppia scattando selfie postati poi sui Social. Per Tiberio è un ritorno alle origini nel programma che ha condotto per ben 22 edizioni mentre per monica è un ritorno in Rai a 8 anni dalla stagione di successo vissuta a Rai 2 con il fatto del giorno. Come si sente Monica? 'emozionata come fossi al primo giorno di scuola' dice la Setta a Leggo 'per me questo programma è un sogno che si avvera. Lo seguo da sempre e quando il direttore Teresa de Santis mi ha chiesto di condurlo mi è sembrato di toccare il cielo con un dito. Tiberio è un mostro sacro della tv ed io mi avvicinero a lui e al programma con umiltà e passione. Da sempre sognavo di lavorare con il grande Michele guardi che considero il più grande genio della tv intelligente e divertente'. Si parte sabato alle 8.15 in diretta (la domenica alle 6.30)ci sarà la rubrica della tv dove Monica nei 2 anni precedenti era ospite fissa affidata a Stefania Orlando poi la rubrica dei sentimenti a Marta flavi il gossip di Gianni Ippoliti e Giovanni Terzi. Scritto da Giovanni Taglialavoro con il regista marco aprea e un team di autori storici della trasmissione uno mattina in famiglia sarà il vero gioiello di casa Rai 1. Il "cenacolino" di Arturo Artom a casa Maimeri Umberto Montano, l'imprenditore che ha inventato il Mercato Centrale, a Firenze, Torino, Roma e tra poco a Milano, é nato a Stigliano, piccolo centro in provincia di Matera, è stato un pioniere del food business fiorentino agli inizi degli anni '80.Ha raccontato : “ da lì sono partito non con le valigie di cartone, come si suol dire, ma con le buste di plastica, in un momento in cui era molto difficile immaginare la collocazione da un'identità minuscola, povera e dimenticata come un paese della montagna materana e la già difficilissima, straordinaria e bella città di Firenze. Fu una scommessa per me importante – confessa – immediatamente mi è cambiata la vita. Immediatamente, sì, perché è cambiato l'humus intorno a me, il modo di vedere; qui ho capito che sognare era possibile, che se avessi lavorato, dando il meglio di me potevo ottenere dei risultati, cosa che, invece, era profondamente preclusa dalle mie parti, dove ogni tentativo di uscire dal seminato si scontrava con vincoli e problemi che non consentivano neanche di immaginare un'alternativa diversa e migliore. Lì il sogno era proibito, qui il sogno era reso possibile e questa è stata la forza vitale di tutte le esperienze scaturite.” Per lui Arturo Artom ha approntato un "cenacolino" nella splendida casa dei galleristi Gianni Maimeri e Silvia Basta con pochi selezionatissimi ospiti. Una serata all'insegna dell'eccellenza. Nella foto Umberto Montano e Arturo Artom.

Dai blog