Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il prezzemolino Renzi autoinvitato alle sfilate di Armani

Tra comizi e incontri politici il rottamatore si dà pure alla moda

Eliana Giusto
  • a
  • a
  • a

  Camicia bianca sbottonata, giacca e pantaloni scuri, il sindaco di Firenze Matteo Renzi si è presentato stamattina alla sfilata di Emporio Armani a Milano. Non solo quindi incontri politici, comizi e comparsate in tv. Il rottamatore prezzemolino si è pure fatto vedere nel parterre di re Giorgio in occasione della fashion week meneghina. "Sono qui a Milano a seguire alcune sfilate per dimostrare che la politica si deve occupare di questo settore", ha spiegato lo sfidante di Pier Luigi Bersani. Tappa anche da Scervino, maison che a Firenze è di casa e che Renzi predilige. Dello stilista fiorentino era il completo indossato sul palco di Verona. Anche lì, posto in prima fila per Renzi, che si è spostato per Milano su una Fiat Doblò. "Colpisce che un politico venga alle sfilate? Negli altri Paesi è normale, dovrebbe esserlo anche in Italia", ha sostenuto, "è fondamentale che la politica si occupi di moda". Sono lontan per Renzi i i tempi della sua partecipazione alla Ruota della Fortuna quando, allora ventenne, portava un ciuffo improponibile e gli occhiali alla Venditti o quando, qualche anno più tardi, in giacche a costine di velluto beige o marroni era segretario dei giovani popolari. Ora Renzi, dimagrito, lenti a contatto al posto degli occhiali e abiti scuri sartoriali, ha tutta l'aria di chi vuole essere leader.      

Dai blog