Cerca

Scambio di lettere

Scontro tra Odifreddi e Aldo Grasso sul negazionismo

Il matematico si lamenta: per colpa del critico ora c'è chi brucia i miei libri. E la firma del Corsera risponde a modo suo

22 Ottobre 2013

6
Scontro tra Odifreddi e Aldo Grasso sul negazionismo

Mi attacchi perché ti sto antipatico; la prossima volta sta' zitto e scrivi cose più sensate. Si può sintetizzare così il nuovo capitolo dello scontro a distanza tra Piergiorgio Odifreddi (matematico e polemista) e Aldo Grasso (critico tv per il Corriere della Sera), dove il primo si difende (con toni vittimisti e dietrologici) dall'accusa di negazionista, e il secondo continua (con una certa severità) a bacchettarlo sulle mani. E allora si parte con una lettera del "teorico dell'ateismo" al Corsera, dove ribatte alla dura stroncatura ricevuta da Grasso sulle proprie disquisizioni sulle verità storiche sull'Olocausto. Il giornalista, sostiene Odifreddi, ha volutamente travisato le sue parole "per i motivi che lascia trasparire nel suo scritto - argomenta -. E cioè, cogliere l'occasione per colpire ancora una volta, e possibilmente affondare per sempre, un individuo che lui non può proprio sopportare, perché professa un libero pensiero contrario alla Chiesa, da un lato, e alla politica di Israele, dall'altro". Insomma c'è malizia nella sintesi di Grasso, che però così arma la mano, denuncia il matematico, a quanti "cominciano a bruciare i miei libri". Il gionralista del Corriere della Sera è una persona solitamente composta, tant'è che neanche quesa volta si fa accecare dalla foga. "Invece di processare le intenzioni e perdere tempo a scrivere repliche pretestuose e offensive - risponde a sua volta-, Odifreddi farebbe bene a meditare un po' di più prima di scrivere su temi così delicati. Non ho estrapolato nulla ma mi sono limitato a citare alla lettera alcune sue frasi, tra l'altro scritte nel corso degli anni".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • primus

    23 Ottobre 2013 - 15:03

    Rispetto a una larva negazionista come te mi vanto e mi fa piacere essere definito da una persona del tuo genere come un EBETE, mi vanto di riconoscere il genocidio degli ebrei mi vanto di riconoscere l'esistenza dei campi di sterminio al contrario di gente come te che la vedrei bene con fascia rossa e svastica nera sul braccio sinistro attaccare i doppi triangoli sulle tute di quei sventurati an cui non volete riconoscerne l'esistenza !!!!

    Report

    Rispondi

  • J.S.Bach

    23 Ottobre 2013 - 13:01

    vai Odifreddi ! sei un cervello 'LIBERO'

    Report

    Rispondi

  • ralph

    23 Ottobre 2013 - 12:12

    Ma Odifreddi pensa di essere simpatico a qualcuno?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media