Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ilaria D'Amico, la gaffe sul coreano Son che scatena una guerra: lo strafalcione sulla dittatura

Gino Coala
  • a
  • a
  • a

Ilaria D'Amico è inciampata in una gaffe imbarazzante su Skysport, quando alla fine di Tottenham-Machester city in Champions league ha commentato la prestazione del coreano Son. La conduttrice ha fatto riferimento all'esenzione dalla leva militare di cui ha goduto il giocatore per meriti sportivi, confondendo però la Corea del Sud con quella del Nord comandata da Kim Yong Un: "Con tutto il rispetto per Son - ha detto la D'Amico - che lo ricordiamo non viene da un regime democratico". Leggi anche: Ilaria D'Amico, il figlio di Buffon scappa per strada col pallone in mano: la giornalista lo asfalta In studio cala il gelo, finché Paolo Condò trova il coraggio di parlare per correggere la D'Amico e magari evitare un incidente diplomatico con Seul. Il giornalista ha provato a spiegare alla conduttrice che Son proviene dalla Corea del Sud, che è una repubblica democratica, non da quella del Nord, che è una dittatura conclamata. Quando la D'Amico si è resa conto dell'errore, ha provato a metterci una toppa, peggiore del buco: "Beh sì... un po' meglio dell'altra parte, ma anche il regime...".

Dai blog