Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Luca Palamara, il Csm gli sospende funzioni e stipendio (ma avrà un "assegno alimentare")

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

Il pm di Roma Luca Palamara è stato sospeso dalle funzioni e dallo stipendio del Csm. Lo ha deciso la sezione disciplinare del Consiglio superiore della Magistratura, accogliendo la richiesta cautelare formulata il 12 giugno scorso dal procuratore generale della Cassazione Riccardo Fuzio. Al magistrato, che nel frattempo aveva chiesto il trasferimento al tribunale dell'Aquila, sarà comunque corrisposto un assegno alimentare. Leggi anche: "Con Napolitano era diverso". Palamara intercettato con il monsignore, parole pesantissime Il provvedimento di sospensione è impugnabile davanti alle Sezioni Unite civili della Cassazione ed è prevedibile che Palamara e i suoi legali presenteranno ricorso. "Continuerò a difendermi nel processo", è stato il laconico commento del magistrato, ex presidente dell'Anm, finito in manette per corruzione.

Dai blog