Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vittorio Sgarbi: "Prescrizione giusta. Se dico Gianrico Carofiglio è uno stro*** non mi condanni dopo 20 anni"

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Vittorio Sgarbi, ospite di Lilli Gruber a Otto e mezzo, su La7, entra nel merito della discussione sulla prescrizione: "Ho 670 querele, molte finite con la prescrizione, ad esempio quando ho detto che il presidente della Repubblica era senza le palle". Insomma, continua il critico d'arte con la sua solita ironia: "La prescrizione è la cosa più democratica e civile del mondo, cioè che dopo vent'anni non sei condannato per aver detto a Gianrico Carofiglio (presente in studio, ndr) 'sei uno stro***'". Al di là di questo, conclude Sgarbi, "sono d'accordo con la linea di Nicola Zingaretti e Matteo Renzi, che occorre riformare il processo perché deve avere un tempo ragionevole". Leggi anche: Severgnini dà del bruto a Salvini a la Gruber rincara la dose contro "i maschi": show avvilente a Otto e Mezzo

Dai blog