Cerca

La risposta

Agnese, la moglie di Renzi: "Lui a Roma? Io resto a casa a badare ai figli"

La nuova "first lady" non vuole seguire il marito nell'avventura a palazzo Chigi: "Io resto qui a Firenze per seguire i miei ragazzi"

17 Febbraio 2014

3
Agnese, la moglie di Renzi: "Lui a Roma? Io resto a casa a badare ai figli"

Per il momento non lo seguirò a Roma". Ai microfoni de "L'aria che tira", su La7, parla la moglie di Matteo Renzi, Agnese Landini. Nel giorno in cui il marito ha ricevuto dal presidente Napolitano l'incarico di formare il governo, Agnese dice: "Devo far attutire il colpo alla famiglia, sento una grande responsabilità, ai bambini più piccoli spiegherò che il babbo va a fare una grande cosa per tanti altri bambini e ragazzi come loro, sta facendo - spera - del bene, per tanti". Insomma lei a Pontassieve, lui a Roma. La moglie Agnese dunque è stata chiara. Il suo appoggio nella nuova avventura di governo no le mancherà, ma da lontano. Lui ha preso una casa a Roma per dedicarsi anima e corpo ai suoi nuovi impegni, lei resterà a Pontassieve. Del resto è appena passata di ruolo, è una prof di lettere, e i loro tre figli non possono lasciare a metà l'anno scolastico. Non solo. A Pontassieve c'è un'intera comunità che difende da sempre la privacy della famiglia Renzi e non è una cosa secondaria per Agnese che ha sempre seguito il marito in maniera schiva e riservata. Insomma per realizzare il suo prgramma per ora Renzi dovrà rinunciare alla famiglia. A cui penserà la moglie Agenese che a quanto pare non rifiuta la figura della donna attaccata al focolare della casa tanto criticata da Laura Boldrini con la sua crociata contro le donne che "servono la colazione al marito e ai propri figli". Matteo ha incontrato la presidente questa Mattina. Mentre Agnese badava alla famiglia...

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • il Falco 2

    18 Febbraio 2014 - 12:12

    no coment

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    17 Febbraio 2014 - 19:07

    Signora, ma chi meglio di lei conosce il suo tenerone...? Addirittura noi amici del paese, da ragazzi, lo chiamavano " bomba " per le frottole e bugie gigantesche che raccontava....! Vedrà che si brucerà presto, perché laddove andrà, il mondo sarà tutto diverso e lì, ci saranno volpi astute e lupi famelici, a partire dai suoi stessi compagni di partito, che non tutti purtroppo lo amano anzi, son pronti ad impallinarlo ben bene....! Ci sarà Angelino, Letta, D'Alema, Cuperlo, Vendola l'orecchietta pugliese, ed anche Pippo, non di Topolino ma Civati, che purtroppo son tutti incazzati....!

    Report

    Rispondi

  • aifide

    17 Febbraio 2014 - 18:06

    prima di Pasqua riavrà il suo Matteo a casa, ove potrà dedicarsi alla famiglia a tempo pieno. D i questo dovrà ringraziare principalmente i "suoi compagni" di partito!

    Report

    Rispondi

media