Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

I trucchi per diffondere idee moderne

Esplora:
In Vaticano regna il terrore

Andrea Cionci
  • a
  • a
  • a

Papa Benedetto torna a dirle chiare, nell' intervista "Ein Leben" di Peter Seewald, in uscita in Germania: «Cento anni fa tutti avrebbero considerato assurdo parlare di matrimonio omosessuale.
Oggi si è scomunicati dalla società se ci si oppone. Lo stesso vale per l' aborto e la creazione di esseri umani in laboratorio». Le cose una volta inconcepibili e oggi legalizzate (o tollerate) sono tante.
Come è stato possibile? Semplice: con la "Finestra di Overton", una teoria elaborata da un sociologo americano scomparso nel 2003 in circostanze poco chiare durante un volo con un ultraleggero.
Ogni nuova idea - solitamente funzionale agli interessi di una minoranza - può essere fatta accettare dalla società passando per fasi graduali. Sulle prime, l' opinione pubblica la rifiuterà come "inconcepibile". Continuandone a parlare, diverrà, almeno, "estrema". Insistendo un po', passerà al rango di "accettabile".
Proponendo casi-limite e pietosi che commuovono tutti, il nuovo concetto diventa "ragionevole". Così che poi, grazie a una condivisione spontanea si fa "diffusa", finché i legislatori compiacenti non la rendono "legalizzata".

Una strategia da "Grande Guerra". Appena si espugna una vicina trincea nemica, subito questa viene munita con reticolati e mitragliatrici. Chiunque speri di riconquistare le posizioni perdute subirà la violenta delegittimazione: "razzista, fascista, maschilista, illiberale, ignorante e violento". I "diritti" avanzano come lenti, inesorabili carri armati travolgendo le linee della Tradizione, forti di una legittimazione morale fittizia, svincolata dai doveri ma mediaticamente efficace.
Le rivoluzioni che nel '900 si producevano con barricate e bombe molotov, oggi si realizzano in modo dolce e diluito nel tempo, cosicché nessuno se ne accorga e che, anzi, tutti le accettino di buon grado. Basta un libro, qualche manifestazione, un paio di innocue leggi, una liberalizzazione, una campagna stampa per il definitivo sdoganamento culturale e, dopo alcuni anni, il gioco è fatto.
Per corollari legislativi e semplice costume si arriva a situazioni che qualche decennio prima sarebbero state giudicate xilografie da "Il Mondo alla rovescia".
Bambini che dettano legge ai genitori, genitori che insultano i maestri, assassini che mandano in galera i poliziotti, medici che sopprimono gli ammalati, figli messi al mondo in quattro persone diverse, aborti al 9° mese, favole omosessualiste a scuola, film Disney con personaggi gay. Una volta impensabile, oggi realtà.

Dai blog