Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Dritto e Rovescio, il sospetto di Giuseppe Cruciani su Vincenzo De Luca: "Di solito non sta zitto"

  • a
  • a
  • a

A Dritto e Rovescio di Paolo Del Debbio in onda su Rete 4 si parla di uno dei casi di giornata, ossia i festeggiamenti nella serata di mercoledì dei tifosi del Napoli, che in barba a distanziamento e divieto di assembramento contro il coronavirus hanno invaso le strade della città per celebrare la vittoria sulla Juventus nella finale di Coppa Italia. Un caso che è diventato anche politico, con gli affondi di Matteo Salvini contro Vincenzo De Luca. E a dire la sua, ecco Giuseppe Cruciani, il quale afferma: "Non è che voglio salvare De Luca. Però voglio dire, il 20 marzo ha parlato di usare il lanciafiamme, in quel momento era giusto farlo. Qualche cretino nel pieno dell'epidemia voleva organizzare una festa di laurea. Non so cosa dirà De Luca domani, certo oggi è stato zitto e di solito non lo è. Però mettersi contro i tifosi del Napoli...", conclude Cruciani. Insomma, un silenzio sospetto (interrotto a tarda sera dal governatore della Campania, che ha risposto a Salvini). Troppo delicata la questione, onde evitare di mettersi contro la tifoseria, De Luca, ha dovuto pesare bene le parole.

 

 

 

Dai blog