Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Luigi Di Maio e la "rimborsopoli M5s". Spese pazze in Parlamento: come ha usato 131mila euro Marta Grande

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

Spese pazze in Parlamento, anche nel Movimento 5 Stelle. Il Giornale parla di una "rimborsopoli" che coinvolge direttamente la "casta" grillina, che sperpera soldi pubblici in modo decisamente fantasiosi e non convenzionali. Leggi anche: "La macchina nuova per papà". Capito Giulia Sarti? Gridava "onestà onestà" poi... Soldi, la storiaccia Secondo i dati del sito maquantospendi.it, il recordman è Lello Ciampolillo, barese riconfermato al Senato, che nella scorsa legislatura ha speso 176.548 euro in consulenze. L'enfant prodige Marta Grande, al secondo mandato da deputata, ha invece speso 131.000 euro in alberghi e alloggio. Oggi, non a caso, è presidente della Commissione Affari esteri della Camera. La ministra per il Sud Barbara Lezzi ha richiesto allo Stato 27.258 euro in benzina, mentre il vicepremier Luigi Di Maio ne ha spesi 24.690 euro tra materiale informatico, francobolli e cancelleria. E la sottosegretaria all'Economia Laura Castelli? In taxi ha speso 26.825 euro, poco più dei 24mila euro spesi dal deputato Mario Michele Giarrusso in pranzi e cene.

Dai blog