Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Otto e Mezzo, Marco Travaglio demolito da Mara Carfagna: lo chiama "leader M5s" e gli ride in faccia

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

Strepitoso massacro di Marco Travaglio ad opera di Mara Carfagna ad Otto e Mezzo, nello studio di Lilli Gruber su La7. Si parla di Tav e il direttore del Fatto Quotidiano pontifica e difende i tanto amati grillini, al punto che la Carfagna lo chiama "leader del M5s". E il direttore che fa? Non replica e risponde, come se nulla fosse. Come da vero leader pentastellato. Dunque, la Carfagna lo interrompe ancora: "Sappiamo cos'è la Tav, Travaglio". A quel punto il direttore afferma: "Il Tav non è stato bloccato, perché non è mai iniziato". Monumentale la Carfagna, che si mette a ridergli sonoramente in faccia. "Si diverta, si diverta. La faccia è sua, la reputazione è sua. Si diverta", conclude l'azzurra, semplicemente scatenata. Travaglio ne esce con le ossa a pezzi. Leggi anche: Travaglio, sul Fatto la paginata di fango contro Salvini #ottoemezzo La #Carfagna chiama #Travaglio ➡️"leader del #M5S" lui risponde come se lo fosse sul serio Finalmente ha gettato la maschera il giornalista più fazioso del pianeta Brava @mara_carfagna! E dopo Travy fa la solita figuraccia: "#TAV mai iniziata" pic.twitter.com/UHIliLvH3W— POLiticamenteScorretto#facciamorete© (@PolScorr) 4 aprile 2019

Dai blog