Cerca

Lo scontro

Luigi Di Maio, la mitragliata contro Salvini prima del vertice: "Chi nega il 25 aprile era a Verona"

23 Aprile 2019

0
Luigi Di Maio, la mitragliata contro Salvini prima del vertice: "Chi nega il 25 aprile era a Verona"

A poche ore dal Consiglio dei ministri, Luigi Di Maio riaccende lo scontro con Matteo Salvini, rispondendo punto per punto al vicepremier leghista sul 25 aprile, aborto e leva obbligatoria, tutti argomenti che lo stesso Salvini ha sollevato nei giorni scorsi. Sul giorno della festa della Liberazione, Di Maio ha annunciato la sua partecipazione alle celebrazioni e attacca chi, come diversi leghisti ha già chiarito che non parteciperà al giorno di festa: "Chi nega il 25 aprile - ha detto Di Maio - era a Verona con gli antiabortisti. Leggo che qualcuno oggi arriva persino a negare il 25 aprile, il giorno della Liberazione. Lo trovo grave".

Di Maio non cita mai esplicitamente l'alleato leghista, ma i riferimenti contro di lui sono fin troppo chiari: "Non è alzando le spalle e sbuffando che questo Paese cresce. Al contrario, cresciamo se diamo forza a certi valori, alla nostra storia. Perché col menefreghismo non si va da nessuna parte". E in conclusione, Di Maio fa anche cenno all'idea di Salvini di rilanciare la naja: "Il ripristino della leva obbligatoria, la contestazione della 194, gli attacchi alle donne, il ritorno al Medioevo non fanno parte dei valori del M5s".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Santori, dopo il bimbo autistico altro disastro: "Alle sardine non interesse chi vince, ma..." 

Matteo Salvini, droga in Parlamento: "Gli ho guardato gli occhi, secondo me...". Ovazione in piazza
Vela Verde di Scampia, iniziato l'abbattimento: Napoli dice addio al simbolo di Gomorra
Matteo Renzi assente in aula, non vota la fiducia al governo sul decreto intercettazioni

media