Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Otto e Mezzo, Matteo Salvini picchia durissimo sugli immigrati davanti a Lilli Gruber

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

Matteo Salvini vs Lilli Gruber parte due. A Otto e Mezzo di giovedì 23 maggio, in collegamento, il ministro dell'Interno. La conduttrice azzanna subito sul mazzo di fiori che non le è mai stato portato dopo il litigio di un paio di settimane fa. Dunque, si passa ai contenuti. E Salvini picchia duro. Si parte dal decreto sicurezza bis, per ora in stallo. E il vicepremier assicura: "Contro mafiosi, scafisti, teppisti da stadio e contro chi aggredisce chi indossa una divisa. È pronto". Parlando di immigrazione, Salvini ribadisce: "Stiamo garantendo sicurezza e diritti a donne e bambini che scappano davvero dalla guerra con corriodoi umanitari. In Italia col barcone non si arriva", rimarca. Non mancano parole, dure, chiaramente rivolte al M5s. In vista del voto di domenica, il leader del Carroccio spiega: "Se vince la Lega in Piemonte, la Tav si farà". Il dado, insomma, è tratto. Leggi anche: Otto e Mezzo, sfregio di Lilli Gruber a Salvini

Dai blog