Cerca

Una critica ferocia

Massimo Cacciari accusa Nicola Zingaretti sul caso Luca Lotti: "Leader debole, cosa aspetta a cacciarlo?"

14 Giugno 2019

1
Luca Lotti, Massimo Cacciari attacca Nicola Zingaretti: "È un leader debole, cosa aspetta a cacciarlo?"

A Massimo Cacciari l'autosospensione di Luca Lotti dal Pd - è coinvolto nell'inchiesta sugli accordi segreti tra magistrati - non basta. Il filosofo chiama in causa direttamente il segretario del Partito Democratico: "Cosa aspetta Nicola Zingaretti a cacciare quell'intrallazzatore di Lotti? Ve lo dico io - rivela in un'intervista all'Huffingtonpost - Zingaretti è un leader debole. La decisione di Lotti è un atto dovuto, ma a me interessa il giudizio dei vertici del partito sulla vicenda: il caso Lotti è il segno di un costume, e il segretario del nuovo Pd dovrebbe dire che per lui è intollerabile".

Leggi anche: Crolla il Pd, Luca Lotti si autosospende

Cacciari poi commenta lo scandalo che ha coinvolto l'ex ministro dello Sport e che ora mina l'intero Csm: "Nello sviluppo logico di una crisi di sistema che si protrae da anni e che piano piano attacca tutti i corpi dello Stato, se una cancrena non la risolvi in tempo e chirurgicamente, poi divora l'intero corpo, è ovvio. È a partire dagli anni '80 che si è aperta una crisi di sistema, e si è provato a risolverla con le aspirine. Così ha divorato tutti i corpi dello Stato, dalle amministrazioni periferiche a quelle centrali, alle Regioni e via dicendo. Ora è arrivata alla magistratura". 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • GianniPinotto

    14 Giugno 2019 - 18:06

    Fosse stato Belusconi, annziche' Lotti, sarebbe scattato il putiferio e, forse, l'arresto. Complimenti ai Magistrati che hanno il coraggio di procedere anche contro colleghi.

    Report

    Rispondi

Giorgia Meloni svela il vero obiettivo di Conte: "Salvare le poltrone del M5s"

Giuseppe Conte entra in Senato, applausi e strette di mano con i ministri 5 stelle. Gelo con i leghisti
Giulia Bongiorno: "Lega compatta, se c'è stata una rottura coi 5 stelle è solo perché vogliamo fare bene"
Luigi Di Maio lascia la riunione dei gruppi M5s senza fare dichiarazioni. Bocche cucite tra i grillini

media