Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Elisabetta Trenta contro Salvini: "Mai più con la Lega, chi ha tradito una volta è pronto a rifarlo"

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

"Con il leader della Lega mai più. Chi ha tradito una volta, è pronto a rifarlo". Detta la linea, il ministro della Difesa Elisabetta Trenta, in una intervista a La Stampa in cui spiega che la "politica dei porti chiusi e dei muri che non funziona, serve semmai più Europa". "Ci sono ancora così tanti dossier aperti - osserva il ministro, entrato in contrasto con quello degli Interni Matteo Salvini sul caso Open Arms rifiutandosi di firmare il decreto di divieto di ingresso nelle acque italiane - sui quali stavo lavorando, soprattutto per il personale della Difesa, e che temevo di dover abbandonare incompiuti. Ma tanta gente ci sta dicendo di andare avanti". Leggi anche: "Come sono disumani questi italiani". Salvini gode, il sondaggio che silura la Trenta Alla domanda se tornerebbe con la Lega il ministro è chiaro: "Io penso che chi ha tradito una volta, tradirà di nuovo. E che quella della Lega sia una porta che non vada riaperta". Con il Pd "non saprei - afferma - In questo momento serve silenzio e tempo per trovare una soluzione. Ho assoluta fiducia nel Presidente Mattarella e nella capacità di negoziazione del premier Conte". "Qualsiasi governo arriverà - osserva il ministro - dovrà puntare i piedi e al tempo stesso collaborare con l'Europa. Non si può aprire a tutti, come era prima. Dall'altra parte, però, se decidiamo di aprire in un certo modo, dobbiamo avere la capacità di comunicarlo e di non creare attriti tra le fasce più deboli della popolazione".

Dai blog