Cerca

Reazione in aula

Matteo Salvini prende la parola dopo Conte e lo umilia: "Bastava un Saviano o un Travaglio qualsiasi..."

20 Agosto 2019

3
Matteo Salvini prende la parola dopo Conte e lo umilia: "Bastava un Saviano o un Travaglio qualsiasi..."

È visibilmente sorpreso, Matteo Salvini. Non si aspettava nemmeno lui attacchi tanto violenti e personali da Giuseppe Conte, il premier che in Senato pochi secondi prima ha concluso il suo discorso, annunciando le imminenti dimissioni. Critiche su soldi russi alla Lega, sul rosario nei comizi e sui "pieni poteri" chiesti per governare. 

"Mi spiace che lei mi abbia dovuto mal sopportare per un anno - esordisce Salvini spostatosi dai banchi del governo agli scranni dei senatori -. Pericoloso, autoritario? Bastava il Saviano di turno a raccogliere tutta questa sequela di insulti, bastava il Travaglio, un Renzi, non il presidente del Consiglio". Di fronte a queste parole, i leghisti sono esplosi in una ovazione e anche a Luigi Di Maio, rimasto seduto a fianco di Conte, scappa un sorriso (ironico?).

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Vigar

    20 Agosto 2019 - 17:05

    Bene Salvini. Non permetteremo un altro giochetto come ai tempi di monti ! Basta con i colpi e colpetti di stato. Ma..., ma...non ci scordiamo con chi abbiamo a che fare.

    Report

    Rispondi

  • myvoice2

    myvoice2

    20 Agosto 2019 - 16:04

    Molto valido il discorso di Salvini, al turno di Renzi ho spento il televisore; quest'uomo è un insulto alla mia intelligenza, solo la mia o anche la vostra?.

    Report

    Rispondi

    • homo sapiens

      21 Agosto 2019 - 17:05

      solo per quelli che pensano con la propria

      Report

      Rispondi

Matteo Salvini durissimo con la signora che ha rifiutato l'affitto alla ragazza foggiana: "Una cretina"

Matteo Salvini sicuro su Pontida: "Sarà la più partecipata di sempre. Vogliamo unire il Paese"
"I Conte tornano". Camera con Vista, i retroscena dalla settimana del bis
Nicola Zingaretti, appello al M5s: "Non dobbiamo aver paura di allargare la coalizione alle regionali"

media