Cerca

La squadra del premier bis

Luigi Bisignani: "Tutti gli uomini del Gattopardo Conte". Brividi: perché Mattarella deve iniziare a tremare

1 Settembre 2019

0
Luigi Bisignani: "Tutti gli uomini del Gattopardo Conte". Brividi: perché Mattarella deve iniziare a tremare

La lista degli uomini del "Gattopardo" Giuseppe Conte. Nel suo editoriale domenica sul Tempo, Luigi Bisignani disegna la rete di supporto al premier incaricato, "cattolici, pezzi di Vaticano, tecnocrati e la geniale e trasversale lobby gay", e snocciola i nomi della squadra dell'avvocato.

Strategia chiara: cambiare tutto per non cambiare niente "con la complicità di Rocco Casalino, con il quale è ormai una coppia di fatto e che ha rotto anche lui con Di Maio", suggerisce Bisignani. Quindi, via tutti i "Casaleggio Boys" da Palazzo Chigi, a cominciare da Pietro Dettori e Maria Chiara Ricciuti, "ufficio stampa con un passato in Alleanza Nazionale". Al repulisti del suo staff potrebbe però non corrispondere la stessa determinazione di fare piazza pulita tra gli alti burocrati di Stato, i "mandarini" secondo Pd e LeU sarebbero troppo vicini a Matteo Salvini.  


Secondo Bisignani potrebbero restare al loro posto i due consiglieri di Stato, Roberto Chieppa ed Ermanno De Francisco. E magari "anche la documentarista di Montecitorio, Daria Perrotta, graziosissima Capo ufficio della segreteria del Consiglio dei ministri passata soavemente dalle retrovie con Maria Elena Boschi alle ali protettrici di Giancarlo Giorgetti e, come lei, Michele Sciscioli, capo dell'Ufficio dello Sport, con un trascorso addirittura a Mosca, dove ha trovato anche la sua compagna". Dubbi anche sulla "potente zarina del Palazzo, la vice segretaria Francesca Gagliarducci, cresciuta all'ombra di Franco Bassanini", e Mario Antonio Scino, "il capo del Cipe, immensa cassaforte di euro, più leghista perfino di Giorgetti". , "Chi non avrà certo problemi è il consigliere diplomatico Pietro Benassi, ex Capo di Gabinetto di Emma Bonino, ma soprattutto per anni Ambasciatore d'Italia a Berlino, che ha messo Conte nelle braccia robuste di Angela Merkel", nota sibillino Bisignani sul quotidiano romano. La delega ai Servizi segreti "sarà uno dei punti più spinosi da affrontare", conclude l'editorialista: Conte, "ossessionato dai complotti, si è infatti impuntato perché resti nelle sue mani, ma sia i democratici, con personalità di grande spessore come Marco Minniti e Luigi Zanda, sia i grillini la rivendicano, nel nome di una collegialità operativa che il Gattopardo non vuole neppure prendere in considerazione". E, giura Bisignani, "se al premier incaricato riuscirà questo spregiudicato ribaltone, forse a preoccuparsi presto dovrà essere proprio Mattarella che l'ha così sostenuto. Sarà lui la prossima vittima del Conte Ugolino?".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Juventus, arrestati dodici capi ultrà bianconeri. Le immagini della polizia

Giuseppe Conte ai 42 sottosegretari: "Serve dialogo con tutte le forze politiche per attuare il programma"
Lega a Pontida, tutte le stravaganze dei manifestanti
Matteo Salvini sale sul palco di Pontida, ovazione mai vista: "Se fate così mi commuovo"

media