Cerca

Trasformista

Luigi Di Maio, la piroetta internazionale: adesso corteggia Emmanuel Macron

12 Settembre 2019

2
Emmanuel Macron

Giggino l'ha rifatto. A luglio e ad agosto se l' era presa con Salvini "reo" di aver convocato le parti sociali al Viminale: il ministero dell' Interno, secondo il guaglione di Pomigliano d' Arco, non era la sede adatta. E però, come niente fosse, pochi giorni fa il neo ministro degli Esteri ha riunito i colleghi grillini alla Farnesina per una sorta di riunione di governo ristretta. La cosa non è piaciuta a Conte che in estate era stato molto duro con Salvini, e non è andata giù nemmeno al Pd, che ha accusato Di Maio di voler trasformare la Farnesina nella nuova sede politica del Movimento. L' ex vicepremier campano però se n' è fregato e ieri è andato in scena lo stesso copione.

Giggino ha riunito alla Farnesina il team economico dei 5 Stelle per fare il punto in vista dell' Ecofin ed Eurogruppo in programma domani e sabato. Sono state fonti del Movimento a renderlo noto e ciò, tra i Dem, è stato interpretato come una provocazione. Di Maio, il cui peso politico è stato nettamente ridimensionato dalla caduta dell' esecutivo gialloverde, intende mostrare i muscoli per non finire fagocitato dal Pd e dalla figura sempre più ingombrante dell' avvocato-premier. Inoltre vuole dare una prova di forza ai ribelli pentastellati.

Di Maio, poi, ahinoi intende farsi carico anche della questione migratoria. Vuole trattare lui, e quasi certamente lo farà a gesti, con la Merkel e Macron, lo stesso che il miracolato dalla Casaleggio Associati contestava imbucandosi tra i gilets jaunes, lo stesso leader di En Marche col quale i 5 Stelle non avevano «nulla a che vedere». È lo stesso Macron nemico numero uno del governo gialloverde, quello dei respingimenti a Ventimiglia e della gendarmerie che scaricava i migranti in Italia. Ma tant' è. Il miracolato di Pomigliano d' Arco è determinatissimo.

Macron mercoledì sarà a Roma, incontrerà il presidente Mattarella e il premier Conte. In agenda, ha comunicato l' Eliseo, ci saranno «le questioni bilaterali ed europee, in particolare quelle economiche e migratorie». Il protocollo al momento non prevede un incontro con Di Maio, ma chissà.

Conte, a Bruxelles per incontrare la presidente della Commissione Europea von der Leyen, ha affermato che chi «non parteciperà alla ripartizione dei migranti a livello europeo ne risentirà molto, in misura consistente, sul piano finanziario». Immaginiamo il terrore negli occhi degli omologhi del Vecchio Continente.

Intanto il 23 settembre, a La Valletta, i ministri dell' Interno di Francia e Germania ratificheranno con l' omologa Lamorgese e Malta il Temporary predictive riallocation program: Italia e Malta apriranno i porti alle navi delle Ong, forniranno la prima assistenza con la promessa che entro un mese tutti i richiedenti asilo verranno ricollocati, Francia e Germania dopo 30 giorni ne accoglieranno il 25% a testa.

E però, al momento, il rimanente 50 non ha destinazione, e dunque è evidente che dovremo farcene carico noi. Così come dei migranti che nell' arco di un mese faranno perdere le proprie tracce. Un affarone.

di Alessandro Gonzato

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Mantovano38

    12 Settembre 2019 - 15:03

    È la serietà dei 5S. Poco tempo fa Di Maio solidarizzava con i gilet gialli, adesso strizza l'occhio a Macron. Intanto i porti italiani saranno aperti ed i migranti andranno ad ingrassare le cooperative. Della ridistribuzione nei paesi europei non ci credo.

    Report

    Rispondi

  • Happy1937

    12 Settembre 2019 - 09:09

    Di Maio? Ma è lo stesso Di Maio che era volato a Parigi per portare la sua solidarietà ai "Gilet Jaune"?

    Report

    Rispondi

Giorgia Meloni ad Atreju: "Matteo Renzi è campione mondiale di faccia di bronzo"

Scontri tra black bloc, gilet gialli e polizia alla marcia per il clima a Parigi, fiamme sugli Champs-Elysées
Matteo Salvini, chiesta archiviazione per la Gregoretti: "Vediamo se il tribunale dei ministri ribalta tutto"
Clima, Greta Thunberg all'Onu: "Noi giovani uniti e inarrestabili" 

media