Cerca

La risposta

Mara Carfagna attacca Matteo Salvini: "Spero che il quadrumvirato abbia il coraggio di difendere Forza Italia"

14 Ottobre 2019

3
Mara Carfagna

"Spero che il quadrumvirato di Forza Italia abbia il coraggio di difendere 25 anni di storia liberale che non possono essere liquidati così". Mara Carfagna non ha preso bene le parole pronunciate da Matteo Salvini nella lunga intervista al Foglio, nella quale ha fatto una sostanziale retromarcia sul centrodestra unito. "Più gente c'è meglio è - ha detto Salvini parlando della presenza di Silvio Berlusconi alla manifestazione della Lega contro il governo -. In Umbria, è vero, c'è il cosiddetto centrodestra, però c'è pure la lista civica degli amministratori, c'è una lista civica del presidente, ci sono gli imprenditori. Non si possono proporre le ricette del '94 agli italiani del 2020. Bisogna guardare avanti con immaginazione e fantasia. Bisogna pensare a candidature nuove".

Un chiaro messaggio riferito agli azzurri, alla quale ora la Carfagna si appella. Il messaggio è rivolto ad Antonio Tajani, Annamaria Bernini, Mariastella Gelmini e Sestino Giacomoni, i prescelti che spesso hanno indignato la Carfagna da sempre contraria all'accentramento di potere. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • frank44fausto

    14 Ottobre 2019 - 18:00

    Ecco, pare che la storia i FI sia come quella del Milan. Da ricostruire. Non si vive di sola storia, ci vogliono cambiamenti altrimenti si finisce in disfacimento come è successo alla squadra Rossonera

    Report

    Rispondi

  • SpellStone2

    14 Ottobre 2019 - 17:47

    Grazie Mara, ma non e' molto interessante.

    Report

    Rispondi

  • vraie

    14 Ottobre 2019 - 17:23

    Semplice e chiaro.

    Report

    Rispondi

Sergio Mattarella alla Prima della Scala, un curioso video da dietro le quinte

Maria Giovanna Maglie, Stasera Italia
C'è un pinocchio e un grande Mes, scopriteli su Camera con Vista
Matteo Salvini allontana i giornalisti dallo stand della Lega: "Tanto scrivono quello che vogliono"

media