Cerca

Sinistra

Paolo Gentiloni a Otto e Mezzo, incalzato da Lilli Gruber e dileggiato Damilano: "Se resto nel Pd?"

5 Novembre 2019

3
Paolo Gentiloni, Otto e Mezzo

Ex premier, futuro commissario Europeo per gli Affari economici nonché presidente uscente del Pd. Si parla di Paolo Gentiloni, ospite d'onore di Lilli Gruber a Otto e Mezzo, il programma in onda su La7. Il "conte" Gentiloni torna a parlare dopo un lungo silenzio. "Sono nel limbo", scherza riferendosi alla sua attuale posizione. "Quando lascerà la presidenza del Pd?", lo incalza la Gruber. "Ho già detto al segretario Nicola Zingaretti che mi sono dimesso", risponde l'ex premier. "Non esce quindi dal Pd?", ribatte Lilli. E Gentiloni: "Ma che ci mancherebbe...". Amara l'ironia di Marco Damilano, il direttore de L'Espresso altrettanto presente in uno studio tutto sbilanciato a sinistra: "Almeno lui resta". Amen.

Di seguito l'intervento di Paolo Gentiloni a Otto e Mezzo:

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Giuseppekrede

    06 Novembre 2019 - 12:00

    A Gentilioni ha interessa un posto dove guadagnera' lo stipendio per il suo futuro, dell' Italia e degli Italiani non glienefrega niente

    Report

    Rispondi

  • Giuseppekrede

    06 Novembre 2019 - 12:00

    A Gentilioni ha interessa un posto dove guadagnera' lo stipendio per il suo futuro, dell' Italia e degli Italiani non glienefrega niente

    Report

    Rispondi

  • lollus

    06 Novembre 2019 - 11:13

    Perché dovrebbe lasciare chi gli ha fatto fare una carriera altrimenti impossibile, vista la scarsa qualità personale di questo individuo?

    Report

    Rispondi

Nicola Zingaretti, l'appello disperato: "L'Emilia-Romagna si salva se combattiamo tutti insieme"

"Prima l'Italiano". Scopritelo su Camera con Vista 2020, inizio di anno movimentato per la politica italiana
Diego Fusaro e Antonio Socci contestati a Siena da Sardine e Pd: "Via i turbo fascisti", eccoli a testa in giù
Emmanuel Macron e Brigitte, quasi linciati a teatro: "Il presidente è qui", i manifestanti tentano l'assalto

media