Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Barbara Lezzi e Giuseppe Conte, rissa a Palazzo Chigi sull'Ilva: "Scordatelo", "Come puoi non capire?"

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

E' guerra nel governo sulla questione dell'Ilva. Questa mattina 12 novembre, la tensione a Palazzo Chigi era alle stelle per lo scontro tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e la senatrice grillina pugliese Barbara Lezzi durante la riunione su ArcelorMittal alla quale hanno partecipato anche i ministri Luigi Di Maio, Stafano Patuanelli e Federico D'Incà, e i parlamentari tarantini del Movimento 5 Stelle. Alla riunione ha partecipato anche la Lezzi, ex ministra per il Sud nel primo governo Conte. La senatrice si è da tempo ormai intestata la battaglia parlamentare che ha portato alla cancellazione dello scudo penale nel dl imprese, che è la ragione per la quale gli indiani di ArcelorMittal hanno chiesto il recesso del contratto.  Leggi anche: Conte "pessimista" sull'Ilva, ora si prepara al peggio A Palazzo Chigi il premier ha provato a ragionare sulla possibilità di reinserire lo scudo penale, "così da togliere ogni alibi - avrebbe spiegato ai presenti - ad ArcelorMittal, anche in vista della battaglia legale che ci attende". Ma la Lezzi ci sarebbe andata giù durissima: "Non lo voterò mai, puoi scordartelo". Lo scontro viene descritto come molto forte, rivelano alcune fonti ad Adnkronos, "tanto da indurre il premier a chiedere a Lezzi come faccia a non capire le ragioni dietro le quali si muove il governo, pronto a battere ogni strada pur di risolvere la situazione di Taranto".

Dai blog