Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Paolo Mieli a DiMartedì, fondazione Open: "Matteo Renzi deve stare molto attento"

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Paolo Mieli, ospite di Giovanni Floris, a DiMartedì, su La7, commenta l'inchiesta sulla Fondazione Open, la cassaforte de facto Matteo Renzi: "A Renzi direi di stare molto attento", avverte. "Ci sono giornali che dedicano un'attenzione quotidiana a queste vicende giudiziarie, come La Verità e il Fatto quotidiano, che sono di sponde diverse ma simili in questo. Per antica abitudine, quando comincia a suonare questa campanella tutti i giorni, io farei molta attenzione". E ancora, continua Mieli: "Non è vero che di fronte ai giudici non ci si può fare niente. Anche fare questa sfida, tipo andare a cena con Flavio Briatore, mah... E' ovvio che ognuno è libero di fare quello che gli pare ma la legge del '92, degli anni drammatici di Tangentopoli, insegna che è meglio non fare troppo lo spiritoso quando ti arriva addosso questo tsunami". Chiaro, insomma, il consiglio dell'ex direttore del Corriere della Sera a Matteo Renzi: meglio tenere un basso profilo. Soprattutto perché il fronte manettaro è inequivocabilmente schierato contro di lui.  Leggi anche: Carrai è indagato: assalto totale ai renziani. Open, sospetti sul fedelissimo  

Dai blog