Cerca

Scontro senza precedenti

Mes, Claudio Borghi contro Giuseppe Conte: "Questa è eversione. Venga in aula o lo portiamo in tribunale"

27 Novembre 2019

8
Mes, Claudio Borghi contro Giuseppe Conte: "Questa è eversione. Venga in aula o lo portiamo in tribunale"

Sospetti di "eversione" su Giuseppe Conte. È durissimo, il leghista Claudio Borghi. Il presidente della Commissione Bilancio della Camera, ritiene "gravissimo quanto detto da Gualtieri sul Mes", parole che a suo dire evidenziano "comportamenti che potrebbero anche configurare eversione".



Il premier Conte "ha nei fatti approvato un testo definitivo e inemendabile senza informare il Parlamento. Una cosa gravissima. È stato scavalcato il Parlamento su un trattato internazionale da approvare a scatola chiusa. Questa è infedeltà in affari di Stato. Vogliamo che Conte riferisca subito in Parlamento. Se non arriva, lo porteremo in tribunale. L'avvocato del popolo si cerchi un avvocato". 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • captain fantastic

    28 Novembre 2019 - 09:52

    x pio gozzi: lo spread non lo fissano le banche ma i mercati. Se non ne è convinto acquisti titoli pubblici quando al governo ci sono i "sovranisti" e vedrà quali sono le conseguenze delle politiche finanziarie leghiste.

    Report

    Rispondi

  • captain fantastic

    28 Novembre 2019 - 09:49

    Il colmo: un leghista che accusa altri di eversione e tradimento! La lega è per definizione un tradimento del valorefondamentale e indiscutibile dell'Unità nazionale.

    Report

    Rispondi

  • Happy1937

    27 Novembre 2019 - 21:49

    Processare e condannare Conte per alto tradimento.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Matteo Salvini a Cattolica: "Chiederò alla Lega di votare sì al processo sulla Gregoretti"

Nicola Zingaretti, l'appello: "L'Emilia-Romagna si salva se combattiamo tutti insieme"
"Prima l'Italiano". Scopritelo su Camera con Vista 2020, inizio di anno movimentato per la politica italiana
Diego Fusaro e Antonio Socci contestati a Siena da Sardine e Pd: "Via i turbo fascisti", eccoli a testa in giù

media