Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sardine, Mario Monti vuota il sacco. Confessione in diretta ad Agorà: "Io con loro? Perché no"

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

"Ma lei scenderebbe in piazza con le sardine?". Mario Monti ci pensa qualche secondo, ma poi ecco che vuota il sacco: "Sì, non lo escludo". Una risposta che non lascia nulla all'immaginazione di chi gli pone la domanda (la conduttrice di Agorà, Serena Bortone), così come non nasconde la faziosità del movimento capitanato da Mattia Santori. Movimento che solo a parole si dice "neutrale", ma che, prove alla mano, dice tutt'altro. D'altronde anche solo la presenza di Roberto Saviano in piazza a Milano per protestare a fianco di quegli anti-Salvini dovrebbe aver chiarito tutto.  Leggi anche: Sardine, Matteo Salvini si è stancato di Santori: "Non mi vuole incontrare? La cosa è reciproca" Ma l'ex presidente del Consiglio non si limita a questo: "Le guardo con molto interesse, queste sardine - riferisce ancora alla trasmissione di Rai Tre -. Mi sembra che stiano dando gambe e voce ad esigenze molto elementari di una società che però nella politica italiana sono state abbastanza dimenticate, cioè che si ragioni e si parli delle cose in modo pacato, che chi governa se possibile non sia totalmente privo di competenze". E ancora con la sviolinata: "Sono punti un po' dimenticati, è un po' paradossale che occorra andare nelle piazze per farli valere". Saranno anche paradossali, ma alla sinistra queste manifestazioni sembrano piacere e non poco.  Scenderebbe in piazza con le #serdine? "perché no" @SenatoreMonti pic.twitter.com/1RKuhsQ8c2— Agorà (@agorarai) December 5, 2019

Dai blog