Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Alessandro Di Battista contro il Mes: "Perché è una battaglia marxista"

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

Anche quando si scaglia contro il Mes, il contestato fondo salva-Stati, il grillino Alessandro Di Battista non riesce a far meno di flirtare col delirio, di spararla grossissima, talmente grossa da strappare una risata quasi compassionevole. Il punto è che Dibba punta il dito contro il fatto che chi attacca il fondo salva-Stati venga automaticamente bollato come di destra, circostanza che in effetti - dal suo personalissimo punto di vista - fa anche bene a contestare. Il punto però è come lo fa. Il Che Guevara di Roma nord spara: "Per quale motivo Stefano Fassina, che è di Leu, può scagliarsi contro il fondo salva-Stati senza essere definito di destra? Questa battaglia - tromboneggia solenne - la fanno anche tanti partiti marxisti in Europa", conclude il neo-marxista Di Battista. Leggi anche: "Berlusconi e Salvini, vi salvate il cu***?": Di Battista, ennesima vergogna

Dai blog