Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giorgia Meloni, l'articolo di Politico sulla "Sorella d'Italia". Il sondaggio che la incorona: "Un terzo dei leghisti la vuole leader"

  • a
  • a
  • a

"Sorella d'Italia". Giorgia Meloni è protagonista di un lungo approfondimento sull'autorevole testata americana Politico  e quando un politico italiano finisce "in copertina" sulla stampa internazionale è sempre un segnale pesantissimo. Soprattutto, perché la leader di Fratelli d'Italia è all'opposizione da quando ha fondato il suo partito, non ha mai avuto incarichi di governo o amministrativi nella sua nuova vita post-Pdl e soprattutto non è a capo del primo partito d'Italia, ma "solo" del terzo. E allora? Dentro FdI considerano questo fatto un "passaggio importante a livello nazionale" e conferma come la Meloni sia di fatto un punto di riferimento per i prossimi mesi di politica italiana. 

 



"Ha traghettato il suo partito dal post-fascismo al mainstream", spiega Politico. In altri termini, si direbbe sdoganato. Ma c'è di più. Il sito americano, che da tempo ha aperto sedi a Londra e Bruxelles per analizzare più da vicino quello che accade in Europa, riporta gli ultimi sondaggi che danno Giorgia come politica dal più alto gradimento nel Paese, con il 46%, e soprattutto si sottolinea come nel centrodestra si sia aperta una imprevedibile, fino a pochi mesi fa, gara con Matteo Salvini e la Lega. "Domenica una rilevazione - si legge - suggeriva che la Meloni potrebbe anche contendere a Salvini la leadership della coalizione. Salvini remane in testa con il 50% rispetto al 42% della leader di FdI" ma, questa è la nota clamorosa, "con un terzo di elettori leghisti che preferiscono la Meloni a Salvini". 

 

Dai blog