Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Giancarlo Giorgetti sta con Beppe Sala: "Sì alla Costituente per far ripartire l'Italia, il sindaco ha azzeccato"

  • a
  • a
  • a

Una Costituente per far ripartire l’Italia dopo il coronavirus, come già accaduto nel secondo dopoguerra. È la proposta avanzata da Beppe Sala, sindaco di Milano, in un momento di emergenza che richiede spirito di collaborazione e unità nazionale. Secondo le indiscrezioni riportate nell’edizione odierna de La Stampa, Matteo Salvini guarda con diffidenza a tale ipotesi, mentre Giancarlo Giorgetti sembra più disponibile al dialogo. “Stavolta il sindaco l’ha azzeccata”, avrebbe commentato il numero due della Lega, che per primo aveva parlato della necessità di aprire una fase costituente.

La proposta di Sala è stata accolta però con una certa freddezza dai partiti della raffazzonata maggioranza giallorossa: il Pd valuta positiva ogni iniziativa che alimenta lo spirito unitario, ma mette le mani avanti e dice che “la nostra Costituzione è stata scritta alcuni anni dopo la fine della guerra, non durante. In più, della Costituente del ’47-48 ne facevano parte personalità di grande valore di cui oggi non c’è nemmeno l’ombra”. Nel M5S, invece, c’è il timore che un dibattito di tale stampo possa fare da preludio a grandi intese e indebolisca quindi il governo presieduto da Giuseppe Conte. 

Dai blog