Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giorgia Meloni contro Lia Quartapelle: "Per il Pd l'Ungheria deve morire pur di colpire Viktor Orban"

 Giorgia Meloni

  • a
  • a
  • a

Il Parlamento ungherese ha affidato a Viktor Orbán i pieni poteri. Una scelta ben ponderata, necessaria per arrestare l'epidemia, ma che alla sinistra non va proprio giù. Peggio, a denunciare l'appello del Partito democratico è Giorgia Meloni che sul suo profilo Twitter scrive: "Per la parlamentare del Pd Lia Quartapelle, l'Ungheria non deve ricevere dall'Europa (alla quale come tutti versa risorse) aiuti contro il coronavirus. Ecco l'umanità della sinistra: far morire gli ungheresi per colpire Orbán. Secondo me queste parole sono gravissime". Un commento con tanto di prove alla mano: la richiesta della Quartapelle in allegato.

 

"Orban in Ungheria assume i pieni poteri - scrive la dem -. L’Europa agisca per difendere la democrazia. Siamo una comunità che si riconosce nello stato di diritto e nella libertà. Con questa decisione Orban si chiama fuori. No ad aiuti europei all’Ungheria contro il coronavirus". A farle eco non poteva mancare Laura Boldrini, anche lei impegnata in una vera crociata: "Orban col pretesto dell’emergenza sanitaria assume i pieni poteri e inizia a trasformare Ungheria in dittatura. Misure di enorme gravità su cui l’Ue deve subito prendere seri provvedimenti. In questo momento si dovrebbe combattere contro il coronavirus non contro la democrazia". Eppure a concedere al premier ungherese i pieni poteri è stato il Parlamento, organo per la nostra Costituzione che rappresenta al massimo la democrazia.

 

Dai blog