Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sondaggio Pagnoncelli per Di Martedì: fiducia nei leader, il balzo di Giorgia Meloni

  • a
  • a
  • a

Il coronavirus fa bene al governo. Secondo le stime rivelate da Nando Pagnoncelli a DiMartedì, l'esecutivo giallorosso a guida di Giuseppe Conte è passato dal 42 per cento (a febbraio) al 56 (il 26 marzo). Ad essere premiato, nonostante i ritardi nelle misure applicate per frenare l'emergenza è proprio lui: il premier. Conte ha raggiunto il 61 per cento di gradimento, lasciandosi alle spalle il precedente 48. Il motivo? Per il sondaggista c'è sì un giudizio concreto da parte degli italiani, ma la questione emergenziale aiuta. "Quando ci sono situazioni di questo tipo si tende ad avere maggiore concordia e quasi sempre cresce la fiducia nel presidente del Consiglio, un po' come Silvio Berlusconi ai tempi del terremoto dell'Aquila". 

 

 

Ad ottenere ottimi risultati, seppur all'opposizione, è Giorgia Meloni. La leader di Fratelli d'Italia si aggiudica il primo posto al di fuori delle forze di governo, passando da un 37 a un 41 per cento di gradimento. Poco più sotto Matteo Salvini fermo al 39, seguito da Roberto Speranza (ministro della Salute che ha avuto un ruolo chiave in questo periodo) al 33 per cento e da Nicola Zingaretti al 30. A chiudere c'è Matteo Renzi con il 13 per cento, superato da Berlusconi (23) e Luigi Di Maio (27).

 

Dai blog