Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giorgia Meloni, la manifestazione del 2 giugno: "Ho scritto a Salvini, non mi ha risposto". Un caso nel centrodestra?

  • a
  • a
  • a

In piazza contro Giuseppe Conte, ma forse senza gli alleati. Giorgia Meloni conferma a Repubblica la grande manifestazione del 2 giugno e spiega: "Sarebbe bello se tutto il centrodestra partecipasse convinto". Silvio Berlusconi non sembra convinto: "È un periodo in cui tutto viene interpretato come un braccio di ferro nella coalizione. Niente di più sbagliato. Diciamo che siamo tutti molto frizzanti e ognuno ha curato le proprie iniziative". E Matteo Salvini? "Gli ho scritto quando ho letto che anche lui ha pensato a una iniziativa il 2 giugno, perché credo sia giusto organizzarla insieme. Non ha ancora risposto, ma non credo voglia isolarsi. Non avrebbe senso, in questa fase dobbiamo unire, non dividere. Infatti ho chiamato anche Berlusconi".

 

 

 

Fondamentale, spiega la leader di Fratelli d'Italia, formare un fronte compatto perché all'orizzonte ci sono le elezioni anticipate: "Non credo nelle larghe intese. Non sarebbero una buona notizia per gli italiani. Dopo l' emergenza sanitaria, quella economica sarà ancora più lunga, più dura. Servirà un governo coeso e coerente che duri cinque anni". Alle urne a ottobre, dunque: "Se si faranno regionali e amministrative, non vedo dove stia il problema. Cos'è? Il Covid colpisce l'elettore delle politiche e non quello delleregionali? Ogni scusa è buona per non votare, ma sono tutte scuse che non reggono. Lo sanno anche loro e soprattutto gli italiani".

 

Dai blog