Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sergio Mattarella, retroscena dal Quirinale: dopo l'estate addio a Giuseppe Conte, "stufo di fare la stampella"

  • a
  • a
  • a

“Questo è un momento in cui bisognerebbe anteporre il bene del paese alle pur legittime ambizioni personali…”. È il sospiro proveniente dal Colle dove, stando alle indiscrezioni di affaritaliani.it, Sergio Mattarella è preoccupato unicamente per la tenuta del Conte 2 e delle trattative con l’Europa. Nonostante i poteri forti, tradizionalmente vicini al governo, stiano gradualmente abbandonando questa banda di improvvisati a causa della sua incapacità nel rilanciare l’economia del paese, al Quirinale la parola d’ordine è sostenere il premier e andare avanti alla meno peggio almeno per tutta l’estate: è il tempo che il capo di Stato si è dato per portare a casa un risultato con l’Europa.

 

 

Poi quando sarà il momento della fase 3, le cose potrebbero cambiare: i limiti del Conte 2 sono sotto gli occhi di tutti, persino al Quirinale iniziano ad essere stanchi dell’attuale andazzo politico e soprattutto di dover fare da stampella a un premier che, senza il coronavirus, probabilmente sarebbe già a casa da un pezzo. Dopo l’estate, però, Mattarella potrebbe contribuire a staccare la spina ed a mettere fine a questo strazio, ma intanto andrà ricercata un’alternativa di governo che sia in grado di portare avanti un vero progetto per il rilancio del paese. 

Dai blog