Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Roberto Calderoli denuncia la Ong Mediterranea: "Nuovi sbarchi mentre il coronavirus esplode in Africa"

  • a
  • a
  • a

Gli sbarchi non si arrestano. Solo ieri, mercoledì 24 giugno, sono stati 28 i migranti della Sea Watch trovati positivi al coronavirus e arrivati in Italia senza alcun controllo. Una notizia che mette in allarme il Paese, dopo mesi di pandemia, in grado di riprendere un po' il fiato. Ma la tranquillità è ancora lontana. "Stamattina - denuncia Roberto Calderoli - altri 50 clandestini sbarcati sulle coste siciliane, intanto da Pozzallo parte la nave dell’Ong Mediterranea annunciando il solito tragitto verso le acque libiche. Sembra quasi una provocazione. Stanno impennandosi i contagi in Africa, stanno impennandosi in Libia e navi di Ong, peraltro quasi tutte straniere, vanno in Libia a prendere i clandestini per portarli nei nostri porti. Il Governo si sta assumendo un enorme rischio: m se ne rendono conto?". 

 

 

A precedere il senatore della Lega, l'Oms: "Spero che l'Africa non sarà il prossimo epicentro della pandemia - ha fatto sapere l'Organizzazione mondiale della sanità -  perché i sistemi sanitari sono più deboli e, anche se la popolazione ha un’età media più bassa, molti sono vulnerabili. La sfida costante è tenere il più basso possibile i contagi". In altre parole l'Africa è una bomba a orologeria e, con una politica spregiudicata come quella giallorossa, a breve lo sarà anche l'Italia.

Dai blog