Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sergio Mattarella, retroscena dal Quirinale: "Malessere interno, preoccupato per la tenuta del governo"

  • a
  • a
  • a

C'è preoccupazione al Quirinale per la tenuta del Conte II. L'attenzione del Colle, già molto alta per la risalita dei casi coronavirus in Italia, si sposta adesso sull'esecutivo. A spaventare sono due fronti: le recenti uscite di Matteo Renzi e il malessere interno al Movimento 5 Stelle. Gli uomini di Sergio Mattarella, come rivelato da Italia Oggi, hanno già messo dei paletti all'eventuale rimpasto evocato dal leader di Italia Viva: passerebbe solo attraverso una crisi formale e un nuovo voto di fiducia in Parlamento. E poi ci sono i grillini, divisi al punto che si parla addirittura di scissione. Anche se in quest'ultimo caso i parlamentari cercheranno di rimanere al governo il più possibile.

 

 

 

 

Intanto il Pd aspetta le prossime mosse di Giuseppe Conte, dal cambio di passo sul Recovery Fund alle tante questioni ancora aperte, come i casi Ilva, Alitalia, Autostrade. Non si sa quanto durerà l'attesa del partito di Nicola Zingaretti, che però ha già declinato l'invito di Renzi sul cambio di governo. "Renzi giudica insufficiente la gestione di questo esecutivo. E poi, in cuor suo, pensa di poter fare il ministro, se dovesse entrare Zingaretti", ha confidato un autorevole parlamentare Pd a Italia Oggi. E poi sulla legge elettorale continua: "Perché il leader di Italia Viva ha detto sì al 5 per cento? Perché Renzi non vuole più la frammentazione, ha come obiettivo di fare il leader di un centro fra l' 8 e il 10 per cento e quindi la soglia del 5 gli va benissimo dato che spingerebbe inevitabilmente i centristi ad unirsi".


 

Dai blog