Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giuseppe Conte "sale al Colle e si dimette prima del voto". Senza numeri, voci impazzite a Palazzo

  • a
  • a
  • a

Giuseppe Conte ha deciso di lanciare la sfida finale, quella della conta in Aula. Non è però affatto scontato che lunedì alla Camera e soprattutto martedì al Senato il premier riesca a racimolare i “costruttori” necessari a salvare il suo posto a Palazzo Chigi e l’attuale maggioranza giallorossa. Secondo le ultime indiscrezioni dell’Adnkronos, Conte potrebbe limitarsi a fare delle comunicazioni in Aula a Montecitorio per salire subito al Quirinale e rassegnare le dimissioni davanti a Sergio Mattarella, evitando così il passaggio al Senato che potrebbe rivelarsi una batosta storica.

Sempre secondo l’Adnkronos, il premier salirebbe al Colle con l’obiettivo di ottenere un nuovo incarico e formare un terzo governo da sottoporre poi al passaggio in Parlamento. Il perché di questa mossa è spiegato all’Adnkronos da chi lavora alle trattative sulla maggioranza, che andrà necessariamente cambiata essendo saltate le caselle occupate da Italia Viva: “Non è una mera questione di poltrone. Bisogna dare una connotazione politica alla partita ‘costruttori’, legittimarla, scrivere un nuovo patto di legislatura che guarderà anche al centro, e sì, certo, rivedere anche la squadra piuttosto che andare ad occupare le caselle rimaste vacanti”. 

Dai blog