Cerca

CON TE, DOVUNQUE.

Dompé. Grazie al nuovo sito mobile
comunicazione sempre più ‘digitale’

15 Febbraio 2016

0

Contenuti scientifici, notizie sempre aggiornate sull'azienda e una grafica immediata e fruibile. È il mix scelto dal Gruppo biofarmaceutico Dompé per giocare la sfida rappresentata dal digitale, attraverso la nuova versione mobile del sito corporate (www.dompe.com). Tutto è pensato appositamente per smartphone. Il nuovo m-site presenta tutti i contenuti e le funzionalità del desktop in una versione completamente riadattata che ricalca l'innovatività dell'approccio aziendale, grazie a linee pulite e pensate per adattarsi ad ogni tipo di device mobile, attraverso responsività dei testi e tridimensionalità delle immagini. "Il sito mobile si pone pienamente nel percorso di innovazione ad ampio raggio che è nel nostro DNA: da azienda fortemente impegnata in ricerca sullo scacchiere internazionale, le nuove tecnologie rappresentano uno strumento cruciale per stabilire un dialogo aperto con pazienti e stakeholders - spiega Eugenio Aringhieri, CEO Dompé. Dopo il lancio del sito corporate, premiato come best case di settore, e la presenza diretta su YouTube e LinkedIn, il nuovo sito mobile punta a innovare nel modo di comunicare, privilegiando l'immediatezza e la velocità offerte dalla navigazione mobile. La trasparenza e la condivisione sono strumenti fondamentali per un player nel nostro settore. Solo in Italia infatti il 50% dei pazienti utilizza la rete per ricercare informazioni sulla salute, percentuale che sale al 72% a livello internazionale. È dunque fondamentale creare awareness, informare e offrire contenuti di valore, sicuri e autorevoli, attraverso un portale in linea con gli standard del mondo digitale". (ISABELLA SERMONTI)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Gregoretti, Giancarlo Giorgetti: "La maggioranza vuole il processo politico, la gente sta con Matteo Salvini"

Giorgetti contro il Pd: "Ci deridono per i comizi? Loro organizzano  solo giovanotti che cercano di impedirli"
Luigi Di Maio corregge il tiro dopo la gaffe: "Italia informata dagli Usa subito dopo il blitz a Soleimani"
Paolo Becchi sulla legge elettorale: "La Consulta può ammazzare il maggioritario e favorire l'ingovernabilità"

media