Cerca

Tumore, i semi dell'uva apportano benefici: la clamorosa ricerca tutta italiana

6 Novembre 2019

1
Tumore, i semi dell'uva apportano benefici: la clamorosa ricerca tutta italiana

Mangiare l'uva fa bene alla salute. Secondo lo studio di Enea, Cnr e Università Federico II di Napoli (Unina), il seme di questo frutto apporta grandi benefici contro il mesotelioma maligno, una forma rara e aggressiva di tumore che colpisce il mesotelio, tessuto che riveste gran parte degli organi interni. La ricerca, rivela Italia Oggi, dimostra come alcune molecole contenute nei vinaccioli delle uve di Aglianico e Falanghina siano capaci di bloccare la crescita di cellule di mesotelioma e potrebbero essere in grado di aumentare l'efficacia delle terapie farmacologiche standard, come la chemioterapia. 

I semi di Aglianico - secondo lo studio - sono molto ricchi in proantocianine (speciali molecole dalle spiccate proprietà antiossidanti), che sono in grado di indurre nel mesotelioma meccanismi di apoptosi, cioè di morte cellulare, anche nei casi di linee tumorali, che mostrano resistenza ai farmaci. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

Santori, dopo il bimbo autistico altro disastro: "Alle sardine non interesse chi vince, ma..." 

Matteo Salvini, droga in Parlamento: "Gli ho guardato gli occhi, secondo me...". Ovazione in piazza
Vela Verde di Scampia, iniziato l'abbattimento: Napoli dice addio al simbolo di Gomorra
Matteo Renzi assente in aula, non vota la fiducia al governo sul decreto intercettazioni

media