Cerca

Sostenibilita

E' Torino la capitale della mobilità sostenibile, seguono le città di Brescia e Parma

A scattare la fotografia è il rapporto elaborato da Euromobility

Il capoluogo piemontese per il secondo anno si piazza al primo posto della graduatoria delle città 'eco- mobili' grazie ad buon servizio trasporto pubblico, ad una flotta di biciclette condivise e ad un servizio di car sharing tra i più efficienti e apprezzati della penisola, ad una quota superiore alla media di auto a basso impatto ambientale e ad un basso tasso di incidentalità e mortalità sulle strade cittadine

4 Gennaio 2013

0
E' Torino la capitale della mobilità sostenibile, seguono le città di Brescia e Parma
Il capoluogo piemontese per il secondo anno si piazza al primo posto della graduatoria delle città 'eco- mobili' grazie ad buon servizio trasporto pubblico, ad una flotta di biciclette condivise e ad un servizio di car sharing tra i più efficienti e apprezzati della penisola, ad una quota superiore alla media di auto a basso impatto ambientale e ad un basso tasso di incidentalità e mortalità sulle strade cittadine

Roma, 4 gen. - (Adnkronos) - E' Torino la capitale della mobilità sostenibile. E così per il secondo anno si piazza al primo posto della graduatoria delle città 'eco- mobili' grazie ad buon servizio trasporto pubblico, ad una flotta di biciclette condivise e ad un servizio di car sharing tra i più efficienti e apprezzati della penisola, ad una quota superiore alla media di auto a basso impatto ambientale e ad un basso tasso di incidentalità e mortalità sulle strade cittadine. A scattare la fotografia è il sesto Rapporto 'Mobilità sostenibile in Italia: indagine sulle principali 50 città', elaborato da Euromobility con il contributo di Bicincittà e Fit Consulting e con il Patrocinio del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare.

Sul podio ancora tutte città del nord con il secondo posto a Brescia e il terzo a Parma, ma nella 'top ten' si affacciano per la prima volta Ancona al decimo posto e Prato in ottava posizione. Milano guadagna la quarta posizione e subito dopo Bologna che sale dal sesto al quinto posto. Sempre nella "top ten" Bergamo al sesto posto, seguita da Venezia al settimo e Modena in nona posizione. In fondo alla classifica della mobilità sostenibile, L'Aquila, Catanzaro e Reggio Calabria.

Guardando nel dettaglio, Torino, Milano e Brescia confermano l'impegno delle amministrazioni per la bicicletta e per il potenziamento del bike sharing, il servizio di biciclette condivise: Milano conta 13.000 utenti registrati e 1.800 biciclette, Torino 14.400 utenti e 540 biciclette (+80%), e Brescia 8.266 utenti e 259 biciclette (più che raddoppiate rispetto all'anno precedente). Nelle 16 città che usano il sistema elettronico gli utenti sono aumentati di oltre del 31% e le biciclette in circolazione di oltre il 35%.

Il car-sharing, l'auto condivisa, dopo la battuta d'arresto del 2010, inizia nuovamente a crescere nel nostro Paese: gli utenti crescono del 16,2% rispetto all'anno precedente e le automobili del 12,4%. Milano mantiene la pole position per numero di utenti (4.443), seguita da Venezia con 3.564 e Torino con 2.600. Sempre a Milano il primato di auto in car sharing (132) seguita da Torino (126).

Stabile il tasso di motorizzazione, l'indicatore che misura la consistenza della flotta veicolare in rapporto alla popolazione residente, pari in Italia a 60,67 auto ogni 100 abitanti contro la media europea di circa 46. Le città con più auto sono L'Aquila e Latina, la prima con 73,9 e la seconda con 72,5 auto ogni 100 abitanti, seguite da Catania, con quasi 72 auto per 100 abitanti, e Potenza (71,8). Venezia, naturalmente, e Genova, Bolzano e Bologna contano invece il minor numero di automobili circolanti per abitante. Napoli, Torino e Milano si confermano invece le città con il più alto numero di autovetture per ogni kmq di territorio.

A Forlì (73.2), Modena (70.8) e Bologna (62.3) si registrano invece le percentuali più elevate di veicoli a basso impatto (elettriche, ibride, metano, GPL) nelle flotte comunali. Il primato di auto elettriche e/o ibride spetta a Reggio Emilia (53.8%), di metano a Modena (58.6%) e di GPL a Bergamo (36.4%).

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media