Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Barbara d'Urso, segnalazione di Pomeriggio 5: lotta contro gli sportivi "menefreghisti", interviene Virginia Raggi

  • a
  • a
  • a

Troppa gente resta in giro. Adesso, a quanto pare, si sono riscoperti tutti sportivi. Nessuno riesce a sacrificarsi per il bene dell’Italia? E così, a Pomeriggio 5, le telecamere di Barbara d’Urso denunciano quello che accade a Roma. A due passi da Caracalla alcuni podisti e sportivi continuano ad allenarsi noncuranti di quello che il Governo sta continuando a chiedere agli italiani. Tutti. Giovani e anziani. 

La d’Urso tuona: “Anche io ho bisogno di fare sport. Ma volete capire che correndo in questi giorni difficili, magari siete asintomatici, potete infettare altre persone. E viceversa? Lo capite o no che dobbiamo tutti quanti sacrificarci?”. Un esordio durissimo. Quando l’inviata apre il collegamento dal parco di Caracalla, la d’Urso sbotta appena vede molta gente che si allena. “Ve ne fregate?”, tuona la d’Urso. “Perché continuate a fare tutto questo?”, continua dallo studio.

Poi lancia l’ennesimo appello tramite le sue telecamere: “Dovete stare a casa”. A sorpresa arriva la sindaca Virginia Raggi nel parco di Caracalla. “Mi è arrivata una segnalazione su Facebook. Grazie a voi di Pomeriggio 5. Sono venuta con la Polizia Municipale per far tornare a casa la gente”, dice la Raggi. “Per favore, mai come in questi momenti usate i cellulari. State a casa, altrimenti questa emergenza non finirà più”, continua la sindaca. I vigili mettono il nastro a tutti gli attrezzi da fitness. Un messaggio positivo dalla sindaca: “Andrà tutto bene”. Intanto, in questi momenti, il ministro dello sport Spadafora sta pensando di proibire lo sport all’aria aperta. Un altro provvedimento duro per arginare in ogni modo questa emergenza che sta bloccando il Paese.

Dai blog